EvidenzaPolitica

Ztl a Sassari, il Pd chiede la convocazione della Commissione consiliare competente

«In attesa di leggere la delibera sospendiamo ogni giudizio di merito, ritenendo poco serio farlo avendo a disposizione solo uno stringato comunicato stampa»

Sassari. «Apprendiamo da tv locali e quotidiani che la Giunta Comunale, il 7 maggio, ha istituito la nuova Ztl procedendo alla “Riorganizzazione della zona a traffico limitato e modifiche alla viabilità nel centro”. Null’altro per ora è noto, non essendo stata ancora pubblicata la delibera, ma immaginiamo contenga quanto già annunciato da sindaco e assessore alla Mobilità nel corso del Consiglio Comunale “aperto alla città” tenutosi il 18 febbraio scorso. In attesa di leggere la delibera sospendiamo ogni giudizio di merito, ritenendo poco serio farlo avendo a disposizione solo uno stringato comunicato stampa diffuso nella giornata di ieri dall’Amministrazione Comunale». I consiglieri del gruppo del Pd in Consiglio comunale, Fabio Pinna, Giuseppe Masala, Giuseppe Mascia e Carla Fundoni, insieme a tutto il centrosinistra, chiedono la convocazione della commissione consiliare competente per capire se vi era «l’urgenza e la necessità di istituire ora la nuova Ztl».

Ztl a Sassari, la Giunta comunale approva la riorganizzazione

«Abbiamo immediatamente inviato, con tutto il centrosinistra unito – scrivono i consiglieri del Pd –, una richiesta di convocazione urgente della Commissione consiliare competente, non solo per discutere il dispositivo della delibera ma, soprattutto, per capire quale sia stata l’urgenza e la necessità di istituire ora la nuova Ztl, proprio quando il sistema sociale ed economico della nostra città sta guardando con grande ansia e preoccupazione alla fase che stiamo per affrontare, dopo aver patito il lockdown imposto dal Governo che ha messo tutti a dura prova. Cogliamo comunque l’occasione per ribadire quanto abbiamo già sottolineato nelle poche occasioni istituzionali avute in queste settimane. Oggi è chiara la necessità di riprogrammare la città, varando strumenti di pianificazione territoriale che tengano conto delle conseguenze che l’emergenza Covid-19 produrrà. Per restare nell’ambito del centro città, la sfida che ci aspetta sarà da affrontare con Piani di Sicurezza di zona che possano consentire di utilizzare nuovamente gli spazi pubblici, disponendo di strumenti di controllo e monitoraggio del rispetto delle norme sanitarie disposte dall’ Istituto Superiore di Sanità, sostenendo la ripresa delle normali attività del commercio di vicinato, culturali e sportive. Puntare ad una qualità spaziale che venga garantita da nuovi investimenti infrastrutturali su strade e piazze, conciliando riqualificazione ambientale con una mobilità adeguata alla nuova realtà post pandemica. Riprendere i concetti di Rigenerazione Urbana restituendo valore al vivere e lavorare nel centro. In questo quadro più ampio, per quanto importante, il varo di una nuova Ztl rappresenta solo un pezzo dell’insieme di una strategia che ora non può prevedere la resa davanti alla grande distribuzione, ma la tutela della specialità insita nel rapporto fra residenzialità e commercio di vicinato, che riteniamo strategica per il futuro di una città che vi guardi con ambizione. Di questo ed altro vorremmo parlare nella Commissione che chiediamo di convocare, sentendo le associazioni di categoria interessate, i sindacati e ogni portatore d’interesse che deve essere coinvolto in analisi di contesto degne di nota».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: