EventiEvidenzaSpettacoli

XIX Rassegna Internazionale Organistica, il 25 ottobre ad Alghero Michele Nurchis e Alberto Cesaraccio

In programma musiche barocche: Scarlatti (padre e figlio), Telemann, Geminiani e Krebs. La Rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale Arte in Musica

Alghero. Ritorna dopo una breve pausa la XIX Rassegna Internazionale Organistica con l’ultimo appuntamento della stagione. Venerdì prossimo 25 ottobre alle ore 21 nel Duomo di Santa Maria ad Alghero l’organista Michele Nurchis e l’oboista Alberto Cesaraccio saranno protagonisti di un concerto dedicato interamente a composizioni del periodo barocco scritte da grandi nomi quali Alessandro e Domenico Scarlatti, Georg Philip Telemann e Francesco Geminiani. La XIX Rassegna Internazionale Organistica è inserita nel cartellone del Festival del Mediterraneo 2019, organizzato e promosso dall’Associazione Culturale Arte in Musica, con la direzione artistica del Maestro Antonio Mura. Tutti gli eventi della kermesse godono del contributo e del patrocinio della Regione Sardegna (Assessorato alla Cultura e Presidenza del Consiglio), delle Fondazioni “di Sardegna” e “Alghero” affiancate dal Comune di Alghero e dalle diocesi di Sassari e Alghero-Bosa.

Il concerto di Michele Nurchis e Alberto Cesaraccio, dal titolo “Declinazioni barocche in Europa”, è inserito nella Rassegna Internazionale Organistica che vede il maestro Ugo Spanu nel ruolo di coordinatore artistico. Saranno eseguiti: di J.L. Krebs, Corale n 6: O Gott, du frommer Gott e Corale n 8: Wachet auf, ruft uns die Stimme; di A. Scarlatti, Sonata I; di P. Sweelinck Engelsche Fortuyn e Malle Sijmen; di F. Geminiani, Sonata in mi minore; di D. Scarlatti, Sonata pastorale K 9 in re minore e Sonata K 288 in Re Maggiore; di G. Ph. Telemann, Sonata in la minore.

L’ingresso è libero.

Alberto Cesaraccio. Si è perfezionato a lungo, dopo il diploma, con Pietro Borgonovo, in assoluto uno dei massimi esponenti della scuola di Heinz Holliger, e con Hans Elhorst.
Membro del Gruppo di Roma, dal 1980 al 1984, poi dell’Accademia Strumentale di Fiati, negli anni ’90 ha dato vita all’Ensemble Ellipsis. Ha suonato per conto dei maggiori Enti italiani, tenuto tournée in tutta Europa, Asia, Nord America e Australia, con solisti e complessi di fama (Enrique Batiz, Maurizio Barboro, Severino Gazzelloni, Pietro Borgonovo, Bruno Canino, Franco Caracciolo, Giuseppe Nova, Rino Vernizzi, Japan Chamberorchestra Tokyo, Mainzer Kammerorchester, Orquesta OUANL, Orchestra Filarmonica di Sarajevo, Le Cameriste Ambrosiane). Vincitore d’importanti concorsi internazionali (Stresa, Martigny), ha registrato per la RAI (radio e televisione), per le emittenti nazionali australiane SBS ed ABC, inciso per Frequenz, Edipan e Bongiovanni. Già Primo Oboe Solista dell’Orchestra Sinfonica di Sassari, dal 1980 è docente di Oboe presso il Conservatorio di Sassari. Sue composizioni sono eseguite regolarmente in Italia e all’estero, le sue “Otto miniature” sono state selezionate per la manifestazione “2000 miniatures pour le 2000”, tenutasi in Francia per celebrare l’arrivo del terzo millennio.

Michele Nurchis. Pianista, organista e clavicembalista, ha suonato sia in Italia che all’estero (Messico, Stati Uniti, Gran Bretagna (di recente, con l’“Imperatore” di L. van Beethoven), Francia, Germania, Austria, Olanda, Malta), riscuotendo grande successo come solista, camerista e continuista.
Fin dai suoi primi anni di formazione musicale, si sensibilizza prevalentemente al ramo cameristico, affrontando la più grande letteratura cameristica per strumenti ad arco e a fiato, in collaborazione con musicisti di fama internazionale quali Eugene Rousseau, Enrico Dindo, Catalin Rotaru, Angelo Persichilli, Mariana Sirbu, Roberta Invernizzi, Paolo Grazzi, Alberto Grazzi, Peter Neumann, Sonia Prina, Marco Scano, Antonio Amenduni, Massimo Paris, Luca Ranieri, Cristiano Rossi, Felice Cusano, Luigi Piovano, Quartetto Stradivari, Paolo Grazia, Pierre Amoyal, Guido Corti, Salvatore Quaranta, Patrick De Ritis, Marco Gerboni. Ha inoltre ottenuto l’incarico di maestro collaboratore al pianoforte nelle master class di molti dei suddetti maestri.
Si è diplomato con lode in pianoforte, poi in clavicembalo e organo sotto la preziosa guida di Hedda Illy Vignanelli, Enrico Stellini, Giovanni Brollo, Ugo Spanu, Valentino Ermacora, presso il Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari; successivamente ha ottenuto il biennio specialistico di II livello in Pianoforte solistico, il biennio abilitante in Pianoforte didattico presso il Conservatorio di Cagliari ed infine ottiene con lode il biennio in Musica da camera presso il Conservatorio di Roma “S. Cecilia”.
Ha insegnato pianoforte principale presso il Conservatorio di Sassari e musica da camera presso il Conservatorio di Sassari, Messina, Torino e Cagliari.
Attualmente è docente ordinario di Musica da camera presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: