Sardegna

Il vicario patriarcale di Beirut a Stintino

Venerdì mattina in Comune il sindaco Antonio Diana ha incontrato monsignor Youhanna Jihad Battah

DianaBattahStintino. Le iniziative culturali-religiose e l’avvio di un progetto di turismo religioso che coinvolga il Nord Sardegna, Stintino, il Libano e la Giordania sono stati al centro dell’incontro tra il sindaco di Stintino Antonio Diana e il vicario patriarcale di Beirut, Youhanna Jihad Battah. Il primo cittadino di Stintino questa mattina (venerdì), nella sede di via Torre Falcone, ha incontrato l’alto prelato libanese.

Tra i vari progetti, Antonio Diana ha illustrato quello del presepe a grandezza naturale che, dal 2009, viene allestito nel paese e caratterizza il mese di dicembre stintinese. «E’ stato raggiunto il numero di cinquanta statue – ha ricordato il sindaco – e ogni anno, in collaborazione con alcune associazioni locali, il presepe si arricchisce di nuove figure e personaggi che, in parte, riproducono le attività economiche, dell’artigianato, dell’agricoltura di Stintino, della Sardegna e del resto del mondo».

Il vicario patriarcale della diocesi di Beirut ha mostrato interesse per le varie iniziative e il sindaco lo ha aggiornato anche sui progetti in cantiere con il Comune di Deir al-Zahrani, nel sud del Libano. Il paese libanese e Stintino, nel 2013, hanno siglato un gemellaggio e avviato un lavoro per la realizzazione di progetti che dovranno poi essere inviati all’Unione europea per la richiesta di finanziamenti mirati.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: