canale12EvidenzaSassari

Verso il recupero del vecchio Mercato civico

L’edificio è inserito tra i progetti degli ITI. Adesso potrà essere dato in gestione. Il Consiglio comunale approva il Dup

 

MercatoCivicoVecchio.jpgSassari. Nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione e sdemanializzazione del vecchio Mercato civico sono le due pratiche che il Consiglio comunale di Sassari ha approvato, la prima a maggioranza, la seconda all’unanimità. A spiegarle è stato il sindaco Nicola Sanna.

L’ex Mercato civico costituisce uno dei pilastri dell’azione di rivitalizzazione del centro storico che sarà attuata grazie agli Iti, gli interventi territoriali integrati. Sei milioni di euro sono destinati alla struttura, negli ultimi anni dismessa e sottoutilizzata, ma che rappresenta uno dei luoghi simbolo della Sassari antica. Collega la città murata con i quartieri ottocenteschi. Dopo l’apertura del nuovo mercato nel 2012 ha invece perso la sua funzione principale di area mercatale, ha spiegato martedì pomeriggio il sindaco Nicola Sanna ai consiglieri comunali. L’Assemblea Civica era chiamata ad esprimersi sulla sdemanializzazione dell’ex mercato, che adesso è quindi riclassificato quale bene patrimoniale e potrà essere messo a disposizione di chi lo prenderà in gestione.

Con gli Iti la vecchia struttura avrà due funzioni complementari e diverse rispetto al passato. Sarà un luogo di incontro e aggregazione, catalizzatore di coesione sociale per le diverse comunità che vivono nel quartiere. Ma l’obiettivo è anche quello di far diventare l’ex mercato un volano per le attività commerciali di quello nuovo e di rilancio del settore terziario. Come accaduto in altre realtà italiane ed europee, gli spazi saranno riorganizzati come struttura articolata, capace di attrarre un pubblico variegato e diversi target di popolazione. La pratica è stata approvata all’unanimità dal Consiglio comunale.

Sono state inoltre apportate alcune modifiche al Dup, già licenziato a novembre e che indica le linee che l’Amministrazione deve seguire. Nella nota integrativa sono stati inseriti alcuni elementi di novità in tema di direzione generale, di gestione del personale, di innovazione tecnologica che, in questo caso, possono coinvolgere i cittadini attraverso l’uso dei social network così da aderire a particolari iniziative come, ad esempio, il bilancio sociale o la giornata della trasparenza.

A questi elementi si aggiunge il rafforzamento della comunicazione interna ed esterna. «Il Dup – ha sottolineato il sindaco – consente di sviluppare e concretizzare le linee di mandato, di individuare gli indirizzi strategici dell’ente, cioè le principali scelte che caratterizzano il programma dell’amministrazione, da realizzare nel corso del mandato amministrativo. Il Dup è quel documento che dimostra quanto, cosa e come si intende fare, che si è in grado di fare, è quel documento che trasferisce alla struttura comunale quanto si deve realizzare nel corso dell’anno e del triennio e di guardare al futuro con capacità di fare, aprire cantieri nuovi e chiudere quelli aperti da tempo».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: