EvidenzaPolitica

Venerdì congresso della federazione sassarese del Pci

Sarà proiettato il film documentario “Cent’anni dopo” sulla nascita dello storico Partito Comunista Italiano

Sassari. Un film per ricordare lo storico Pci e un congresso per rilanciarlo, pur in forma adeguata ai tempi nuovi. Venerdì 10 la federazione del Pci di Sassari terrà il suo secondo congresso provinciale. I lavori (ore 16.30 sala Messaggerie Sarde di piazza Castello) saranno introdotti dalla proiezione di “Cent’anni dopo” un film documentario realizzato per il centenario della nascita del Pci dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico in collaborazione con l’Associazione Enrico Berlinguer, la regia di Monica Maurer e il montaggio di Milena Fiore.

«Il Pci non esiste più da trent’anni ma la sua presenza nella storia d’Italia è ancora forte e viva. Di conseguenza – secondo i comunisti – pesa la sua assenza e manca la sua linfa vitale alla democrazia italiana e alla Repubblica». Il film rimanda al senso di comunità presente in quel partito, alla sua forza organizzata, «al suo essere parte della classe lavoratrice che ambiva a farla diventare sempre più classe generale nel segno dell’egemonia. Che guardava allo sviluppo massimo della democrazia e alla costruzione del socialismo. Che ha avuto alla sua testa (da Gramsci a Togliatti, da Longo a Berlinguer) uomini che avevano ben chiara l’idea di un partito che fosse sempre impegnato in un’attenta ricognizione nazionale per la conquista del consenso per porsi come forza nazionale di governo in quanto rappresentante della classe operaia». Nel film sono presenti immagini inedite e anche un riferimento alla Sardegna. Dopo la proiezione interverrà lo storico Alex Hobel, che del film ha curato i testi.

A seguire si svolgeranno i lavori del II congresso provinciale che avranno al centro i temi della ricostruzione del partito, dell’opposizione al governo Draghi «e a questa Unione Europea del grande capitale e della finanza» con l’obbiettivo di rilanciare la costruzione di un moderno Pci «per una stagione di lotte popolari per mettere fine al precariato, abolire il jobs act, difendere e sviluppare la sanità e la scuola pubbliche, tutelare l’ambiente e la natura minacciata dal capitalismo di rapina». Il Pci sassarese proporrà alle forze comuniste sarde, a quelle di sinistra realmente alternative e a quelle sinceramente autonomistiche di rafforzare la Sinistra Sarda in opposizione alla giunta di destra sardo-leghista. I lavori saranno conclusi da Alex Hobel, della segreteria nazionale del partito.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: