EventiEvidenza

Venerdì 17 gennaio al Teatro Comunale l’Eroica di Beethoven

Il concerto inaugurerà l’anno accademico del Conservatorio “Canepa”. L’orchestra sarà diretta da Andrea Raffanini. In apertura l’Ouverture “Egmont”

Mariano Meloni

Sassari. Venerdì 17 gennaio alle 20.30 al Teatro Comunale ritorna il concerto di inaugurazione dell’anno accademico del Conservatorio “Canepa”, diventato ormai un appuntamento fisso e molto atteso dal pubblico. Il progetto assume in questa edizione una valenza ulteriore presentando ufficialmente il nuovo direttore del Conservatorio, Mariano Meloni in carica dallo scorso novembre per il prossimo triennio. «La mia direzione – dice Meloni – riguarderà i progetti e i percorsi avviati per lo sviluppo dell’Istituzione: nella didattica, nella produzione artistica e scientifica, nei rapporti con il territorio e con la locale “filiera” dell’istruzione musicale. Il principale obiettivo del nostro conservatorio sarà rivolto alla formazione e alla crescita umana e professionale degli allievi. A loro vanno date opportunità e occasioni per esibirsi costantemente in pubblico. Ritengo la collaborazione sistematica, la creazione di percorsi e di curricula integrati con altre istituzioni d’alta cultura italiane ed estere un fattore imprescindibile di qualificazione, così come la sperimentazione di nuove metodologie, lo sviluppo dell’interdisciplinarietà e dell’interculturalità, la ricerca, l’attività artistica, la creazione di nuove figure professionali, la produzione di materiali didattici e artistici, la creazione di campi d’eccellenza come ad esempio quello della musica jazz. Desidero stabilire fattivi rapporti di collaborazione con le diverse realtà locali, con l’associazionismo musicale, con le scuole per far sì che il Conservatorio possa integrarsi sempre più nel contesto economico produttivo, culturale e sociale del territorio».

Sul palco l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio sarà diretta da Andrea Raffanini, docente di esercitazioni orchestrali del “Canepa” e apprezzato direttore d’orchestra attivo in campo nazionale ed internazionale.

La formula dell’evento prevede all’inizio della serata i saluti e le comunicazioni istituzionali degli organi accademici e delle autorità. Seguirà un programma interamente dedicato a Beethoven in occasione del 250° anniversario della nascita del compositore tedesco. In apertura sarà eseguita l’Ouverture “Egmont” op. 84, a seguire la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore “Eroica” op. 55. Si tratta di due composizioni eroiche, nel vero senso della parola, molto note e significative. L’Ouverture “Egmont” fu composta tra 1809 e il 1810. Si tratta di una musica di scena composta per l’omonima ed eroica figura del conte di Egmont di W. Goethe. L’eroismo ed il sacrificio del conte sono messi bene in rilievo dalla musica di Beethoven che ne riflette gli appassionati aneliti di libertà per concludersi in un canto di giubilo.

Beethoven

L’“Eroica”, composta tra il 1802 e il 1804, è la sinfonia di Beethoven più lunga dopo la nona. Dura infatti oltre 50 minuti e si compone di quattro movimenti. Il compositore aveva 35 anni quando diresse il 7 aprile del 1805 al Theater an der Wien quest’opera imponendosi al mondo intero come l’uomo nuovo della musica, come l’artista che riusciva ad esprimere meglio di ogni altro sentimenti e passioni comuni a tutta l’umanità. Anche se in un primo momento lasciò sconcertato il pubblico, ben presto divenne una delle opere più popolari e lo stesso Beethoven la considerava come “la migliore” e “la più cara” delle sue creature sinfoniche. Composta ed inizialmente dedicata a Napoleone Bonaparte, simbolo dei principi democratici espressi dalla rivoluzione francese a cui Beethoven in quegli anni aderiva con entusiasmo. Quando Napoleone nel 1804 si fece coronare imperatore, provocò lo sdegno del musicista che strappò il frontespizio della partitura con la dedica al primo cittadino di Francia che vedeva in quell’incoronazione un tradimento dello spirito della Rivoluzione. La sinfonia sarà quindi definitivamente intitolata (in italiano) “Sinfonia Eroica composta per festeggiare il sovvenire di un grand’uomo”. Nonostante ciò, la composizione mantiene lo spirito di un sentimento sublime ed eroico che ne fa la vera e la più grandiosa novità per l’epoca.

Il concerto di inaugurazione dell’anno accademico del Canepa per la prima volta sarà replicato il giorno successivo 18 gennaio alle 21 al Teatro del Carmine di Tempio Pausania.

L’ingresso è libero. I biglietti si possono prenotare e ritirare mercoledì 15 e giovedi 16 (11-13, 16-18) nella Sala riunioni del Conservatorio. Venerdì 17 (11-13) nella sala riunioni del Conservatorio e dalle 17 alla biglietteria del Teatro Comunale.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: