EconomiaEvidenza

Veicoli pesanti, in Sardegna immatricolazioni calate del 18,1 per cento

Pesa su questo dato il blocco delle attività produttive e di trasporto nei mesi del lockdown

Sassari. Da gennaio a settembre 2020 in Sardegna le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 18,1% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 71,8%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 18,7% e quelle di autoveicoli speciali del 9,4%. In controtendenza i dati sulle immatricolazioni di trattori stradali o motrici, che sono aumentate del 28,4%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati Aci. Pesa su questi dati il blocco delle attività produttive e di trasporto nei mesi del lockdown a causa dell’emergenza Coronavirus.

L’elaborazione del Centro Studi Continental fornisce anche i dati a livello provinciale. In generale, le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate in tutte le province sarde, come dimostrano i dati negativi di Oristano (-7,1%), Nuoro (-15,2%), Sud Sardegna (-18%), Cagliari (-18,9%) e Sassari (-20,8%).

Nel comparto delle immatricolazioni di autobus spiccano i dati positivi di Sud Sardegna (+200%) e Nuoro (+33,3%), che sono però accompagnati da una diminuzione del 100% a Oristano, del 78,4% a Cagliari e del 66,7% a Sassari. Sono in calo anche i dati relativi alle immatricolazioni di autocarri; si va dal -17% di Nuoro, al -17,5% di Sud Sardegna, al -21,5% di Cagliari per arrivare al -21,6% di Sassari. Fa eccezione Oristano dove la situazione è rimasta invariata. Nel comparto degli autoveicoli speciali le immatricolazioni sono positive solo a Cagliari (+9,8%). Nel comparto dei trattori stradali, infine, dati positivi sulle immatricolazioni nei primi nove mesi del 2020 sono stati registrati a Cagliari (+66,7%), Sassari (+15,2%) e Oristano (+11,1%).

Da gennaio a settembre 2020 in Italia le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 23,7%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 24,5%, quelle di autoveicoli speciali del 12,8% e quelle di trattori stradali o motrici del 27,4%. La regione in cui le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate di più è il Friuli Venezia Giulia (-35,2%), con Lombardia (-30,1%) e Toscana (-29,7%) alle spalle. Invece le regioni che hanno fatto registrare le performance meno negative sono Piemonte (-16,7%), Calabria (-12,4%) e Sicilia (-11,8%).

Gruppo Continental. Con un fatturato di 44,5 miliardi di euro realizzato nel 2019, Continental è tra i leader mondiali nelle subforniture per il settore automotive. Nella veste di produttore di impianti frenanti, sistemi e componentistica per motore e telaio, strumentazione, soluzioni per infotainment, elettronica di bordo, pneumatici e prodotti tecnici in elastomeri, Continental fornisce un importante contributo alla sicurezza e alla salvaguardia del clima globale. Continental, inoltre, è un partner competente nel campo della comunicazione in rete per autoveicoli. Attualmente Continental ha un organico di più di 232.000 persone in 59 paesi.

www.continental-corporation.com

Divisione Pneumatici. La Divisione Pneumatici attualmente conta 24 centri di produzione e sviluppo nel mondo. L’ampia gamma di prodotti ed i continui investimenti nella ricerca e sviluppo costituiscono un importante contributo per una mobilità più efficiente dal punto di vista economico e della sostenibilità ambientale. Con un fatturato di 11,7 miliardi di euro realizzato nel 2019 e più di 56.000 persone impiegate, la Divisione Pneumatici è tra i produttori leader di pneumatici a livello mondiale.

www.continental-pneumatici.it

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: