EvidenzaPorto Torres

Vaccinazione a Porto Torres Mulas: «In assenza di soluzioni ritiriamo la nostra offerta di collaborazione»

«Prendiamo atto che, a fronte delle disponibilità manifestate, non si è trovata una soluzione condivisa tra le parti per consentire l’apertura di un Punto vaccinale»

Il sindaco Massimo Mulas

sPorto Torres. «A fronte delle disponibilità manifestate, non si è trovata una soluzione condivisa tra le parti per consentire l’apertura di un Punto vaccinale a Porto Torres». Il sindaco Massimo Mulas ritira l’offerta di collaborazione rivolta all’azienda sanitaria e affida le motivazioni a una nota ufficiale. «Come Comune di Porto Torres e come Rete metropolitana abbiamo ripetutamente chiesto l’attivazione di Punti vaccinali decentrati. Ogni volta è stata ribadita la disponibilità dell’amministrazione comunale di intervenire con risorse e personale per contribuire alla organizzazione logistica, come avvenuto per le campagna di screening avviate in proprio e nella gestione logistica della vaccinazione degli Over 80. Sempre, però, ribadendo che la responsabilità della campagna vaccinale è in capo all’ATS», spiega Mulas. «Abbiamo più volte incontrato i medici di medicina generale che hanno ribadito la propria disponibilità a collaborare, a patto che ATS mantenesse la regia in tutta la filiera di trasporto, gestione e distribuzione del siero, coinvolgendo le figure necessarie: infermieri, amministrativi e informatici. Scaricando tutte le incombenze amministrative e di trasporto sui soli medici di base, i tempi di somministrazione del siero diventerebbero insensatamente lunghi. Abbiamo ribadito quanto la quarta città del Nord Sardegna – dopo Sassari, Olbia e Alghero – meritasse di ospitare un Punto vaccinale, per le proprie caratteristiche particolari: la presenza di un porto e di una zona industriale dove transitano ogni giorno migliaia di persone. Non va dimenticato che il bacino di Porto Torres, che abbraccia anche la Nurra e Stintino, comprende circa 35mila residenti. Non si è tenuto conto della presenza di una struttura sanitaria attrezzata, quella di Andriolu, che abbiamo considerato un punto di forza per il decentramento della campagna».

«Prendiamo atto che, a fronte delle disponibilità manifestate, non si è trovata una soluzione condivisa tra le parti per consentire l’apertura di un Punto vaccinale a Porto Torres. Il Comune invita i cittadini a considerare Promocamera di Sassari come unico hub valido per la vaccinazione e dichiara che, a fronte di questa situazione, il Comune fa un passo indietro e ritira l’offerta di collaborazione rivolta all’azienda sanitaria», conclude il primo cittadino turritano.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: