EvidenzaSassari

Università di Sassari, nasce la Scuola Superiore di Sardegna

Presentata l’offerta formativa: 58 corsi di laurea per l’anno accademico 2019-2020. Attivato Scienze motorie, sportive e benessere dell’uomo

PresentazioneOffFormativa2019Sassari. Tre nuovi corsi di laurea ma soprattutto la nuova “Scuola superiore di Sardegna”, volta a favorire una formazione di qualità priva di costi grazie alle borse di studio che saranno erogate agli studenti più meritevoli. Sono le novità presentate questa mattina dal rettore Massimo Carpinelli, dalla delegata all’Orientamento e alla Didattica Rossella Filigheddu, intervenuti insieme al prorettore vicario Luca Deidda e al delegato per il Sistema Bibliotecario di Ateneo, Archivi, Museo, Rapporti con i media, promozione dell’immagine dell’ateneo e divulgazione scientifica, Roberto Furesi.

L’Ateneo di Sassari, quarto in Italia tra gli Atenei medi nella classifica Censis (considerato l’ex aequo tra Udine e Trieste), ha attivato per l’anno accademico 2019-2020 58 corsi di laurea, di cui 6 internazionali. Queste le novità assolute: Scienze motorie, sportive e benessere dell’uomo (laurea triennale); Scienze politiche e giuridiche per l’amministrazione (laurea magistrale); Progettazione, Gestione e Promozione Turistica di Itinerari della Cultura e dell’Ambiente triennale. Complessivamente, sono 31 i corsi triennali e 27 quelli magistrali dei quali 6 a ciclo unico. Tra i 58 corsi, 36 sono ad accesso libero e 22 ad accesso programmato con test nazionale o locale. Le attività didattiche si svolgono nelle sedi dell’ateneo a Sassari, Alghero, Olbia, Nuoro e Oristano.

1_MassimoCarpinelli
Il rettore Massimo Carpinelli

«Abbiamo deciso di istituire la Scuola Superiore di Sardegna per permettere a tanti giovani di rimanere nell’isola per un percorso di laurea o di post laurea. Al termine non si avrà un titolo di studio diverso rispetto ai percorsi oggi previsti, ma sarà una scuola di eccellenza che comprenderà anche tutoraggi», ha spiegato il rettore. Positivi i numeri anche quest’anno. «Il bilancio 2018 parla di dieci milioni di euro di utili. Il nostro è un ateneo solido, dove è possibile studiare bene. Al netto insomma delle classifiche. L’Università di Sassari è una di quelle realtà dove i giovani possono costruirsi il loro futuro. Ed è importanti che formi cittadini con spirito critico».

Le iscrizioni per i corsi ad accesso libero e anni successivi al primo, immatricolazioni e iscrizioni saranno aperte dal 1° agosto al 18 ottobre. L’elenco dei corsi disponibili è on line sul sito dell’Ateneo all’indirizzo https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa

Per i corsi ad accesso programmato nazionale, valgono scadenze diverse: entro le ore 15 del 25 luglio per Medicina e Odontoiatria, Veterinaria, Scienze dell’Architettura e del progetto (si aggiungeranno presto anche i bandi in Scienze infermieristiche e ostetriche e Professioni sanitarie). Le iscrizioni devono essere fatte dal sito www.universitaly.it. Il calendario delle prove fissato dal Ministero dell’Istruzione, Università e ricerca prevede il 3 settembre il test di Medicina e chirurgia, il 4 settembre la prova di accesso a Medicina veterinaria, il 5 settembre Scienze dell’architettura e del progetto, l’11 settembre il test per le Professioni sanitarie.

Tutte le altre informazioni sul numero programmato nazionale sono sul sito dell’Università di Sassari: https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa/corsi-di-laurea-e-lauree-magistrali/corsi-numero-programmato-20192020/corsi-numero-programmato-nazionale-20192020

I bandi per l’accesso ai corsi a numero programmato locale vengono pubblicati sempre sul sito web di Ateneo in questa pagina, in costante aggiornamento: https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa/corsi-di-laurea-e-lauree-magistrali/corsi-numero-programmato-20192020/corsi-numero-programmato-locale-20192020

 

I nuovi corsi

Il nuovo corso di studi triennale a numero programmato in Scienze Motorie, Sportive e del Benessere dell’uomo è organizzato in semestri; l’attività didattica prevede lezioni frontali e attività obbligatoria di tirocinio presso dipartimenti universitari o strutture pubbliche e private. Attraverso i 180 crediti formativi universitari (CFU) previsti, si propone di sviluppare le conoscenze e le competenze scientifiche di base nei vari campi delle attività motorie umane, agendo in maniera integrata nei diversi ambiti disciplinari al fine di costruire una figura professionale in grado di potersi inserire prontamente negli ambienti di lavoro.

Gli obiettivi formativi sono indirizzati all’acquisizione di specifiche competenze – anche attraverso tirocini ed esperienze Erasmus – in particolare relative alla progettazione, conduzione, gestione e valutazione delle attività motorie e sportive, sia individuali che di gruppo, a carattere ludico-ricreativo, educativo, compensativo, adattativo, sportivo, con attenzione alle attività non convenzionali ed in spazi non codificati, che abbiano un forte legame con le specificità del territorio, finalizzate al mantenimento del benessere psico-fisico umano e con riguardo alle diverse età della vita e alle specificità di genere.

Il corso di studi consente l’acquisizione delle basi culturali per il proseguimento degli studi presso corsi di laurea magistrale delle classi LM-47 – Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie, LM-67 – Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative, LM-68 – Scienze e tecniche dello sport.

Il bando è già pubblicato sul sito di ateneo al seguente link: https://www.uniss.it/bandi/bando-lammissione-al-corso-di-laurea-scienze-motorie-sportive-e-benessere-delluomo-classe-l22 I termini per presentare domanda di partecipazione alla prova di ammissione scadono il 28 agosto. La selezione per Scienze motorie si terrà il 9 settembre. Sono disponibili 80 posti.

Il nuovo corso magistrale in Scienze politiche e giuridiche per l’amministrazione (ad accesso libero) si propone di formare laureati in possesso di avanzate e approfondite conoscenze e competenze nelle discipline giuridiche, socio-istituzionali, economiche e gestionali, finalizzate all’analisi e alla gestione di situazioni complesse e per elaborare strategie innovative nelle organizzazioni pubbliche e private. Il corso offre due diversi percorsi formativi: un indirizzo in “Innovazione e pubblica amministrazione” e uno in “Servizi giuridici per le amministrazioni”.

L’indirizzo in “Innovazione e pubblica amministrazione” intende formare studenti in grado di gestire ed integrare le nuove tecnologie negli aspetti decisionali e gestionali della pubblica amministrazione. L’indirizzo “Servizi giuridici per le amministrazioni” assicura competenze avanzate per razionalizzare e orientare i processi decisionali.

Il nuovo corso di studi triennale in Progettazione, Gestione e Promozione turistica di itinerari della Cultura e dell’ambiente ad accesso libero è pensato come risposta formativa alle peculiarità del nord Sardegna, un territorio caratterizzato da una forte vocazione turistica con elevati standard qualitativi determinati dalla grande rilevanza del patrimonio storico, archeologico, naturalistico, paesaggistico ed etnografico. L’obiettivo è quello di fornire un’adeguata preparazione in campo teorico e pratico negli ambiti linguistico-comunicativi, culturali, geo-economici e socio-giuridici legati all’imprenditoria turistica, integrandoli con l’acquisizione delle abilità operative necessarie alla gestione, alla promozione e alla valorizzazione delle risorse del territorio, da finalizzare alla diffusione e allo sviluppo dei vari tipi di turismo sostenibile.

Corsi internazionali. Sono 6 i corsi di laurea internazionali, tutti magistrali: Economia (con l’Università di Bordeaux), Scienze chimiche (assieme all’università di Wroclaw), Architettura (con Lisbona e Alcalà de Henares) e Pianificazione, politiche per la città, l’ambiente e il paesaggio (con Barcellona, Girona e Lisbona), il nuovo corso in Wildlife Management offerto totalmente in lingua inglese, Scienze delle produzioni zootecniche.

Foundation course. Il 20 giugno è partito il Foundation course, un programma di formazione volto a riallineare le competenze degli studenti internazionali. L’Università di Sassari offre questo percorso ai diplomati con l’obiettivo di colmare eventuali carenze dovute al diverso percorso di studio seguito nel Paese d’origine rispetto a quanto previsto dalla normativa italiana. A questa prima edizione partecipano candidati provenienti da Brasile, Mali, Gambia, Nigeria, Turchia; altre richieste arrivano dal Marocco e da Singapore (https://www.uniss.it/node/7873).

Dottorati. Sono ancora aperti fino alle 13.00 del 23 luglio i termini per partecipare al bando di ammissione alla Scuola di dottorato del XXXV ciclo. I corsi di dottorato sono 10: Archeologia, Storia, Scienze dell’uomo; architettura e ambiente; Culture, letterature, turismo e territorio; Scienze agrarie; Scienze biomediche; Scienze della vita e biotecnologie; Scienze e tecnologie chimiche; Scienze giuridiche; Scienze veterinarie; Scienze economiche e aziendali (informazioni: https://www.uniss.it/didattica/formazione-post-laurea/dottorati-di-ricerca).

StudentHubMagisteroServizi agli studenti: cresce lo “Student Hub”. È stato inaugurato stamattina il nuovo student hub del Polo umanistico di via Roma, ampio 85 metri quadri, dotato di connessione internet wi-fi, area relax, tre ambienti con 38 posti studio. Anche questo student hub rimarrà aperto nel fine settimana per facilitare attività di studio e di socializzazione degli iscritti all’Università di Sassari. Con questa nuova apertura, sono ora 5 le aule del sistema student hub che comprende anche due ambienti nel Quadrilatero, uno nel Polo bionaturalistico di via Piandanna, uno in via Vienna; in tutto sono disponibili circa 200 posti. Gli orari di apertura e il regolamento per la fruizione delle strutture sono pubblicati sul sito di Ateneo (https://www.uniss.it/didattica/servizi-agli-studenti/student-hub).

La Scuola Superiore di Sardegna. È un percorso formativo interdisciplinare che per un gruppo di studenti individuati sulla base del merito prevede l’erogazione di borse di studio e di altri supporti; affianca materie extra-curriculari al proprio normale percorso di studio. Le iscrizioni al bando di concorso saranno aperte dal 20 luglio al 13 settembre. La prova di ammissione si terrà il 25 settembre. In tutto sono disponibili 25 posti così suddivisi: 6 posti nelle discipline Umanistiche: 11 posti per Scienze; 4 posti in Scienze sociali; 4 posti per Scienze mediche veterinarie. Gli allievi e le allieve che supereranno il test selettivo avranno accesso a una borsa di studio di € 6.000 annui che copre costi di vitto e alloggio ed altre spese, e sono esonerati dal pagamento delle tasse universitarie. Sono previste anche selezioni in itinere. La Scuola superiore di Sardegna (https://www.uniss.it/uniss-comunica/unisspress/scuola-superiore-di-sardegna) si articola su due livelli: un livello è destinato alla frequenza dei corsi di laurea triennali e magistrali a ciclo unico, l’altro livello include coloro che hanno i requisiti per frequentare un corso di Dottorato di ricerca o un corso di laurea magistrale biennale. Tutti i dettagli saranno illustrati nel bando che sarà pubblicato sul sito dell’Università di Sassari www.uniss.it.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: