EvidenzaSpettacoli

“Un mistero nero”, al Verdi uno spettacolo dedicato a Billie Holiday

In scena domenica 16 febbraio nella Sala Concerti del teatro di via Politeama

Sassari. Dall’infanzia a Baltimora ai bordelli di Harlem. Dall’esperienza del carcere, vissuta da giovanissima, all’incisione dei primi due dischi con l’orchestra di Benny Goodman. Dall’interpretazione di “Strange Fruit”, canzone diventata simbolo della lotta politica per i diritti degli afroamericani, all’eroina, fino alla malattia e alla morte, sopraggiunta all’età di quarantaquattro anni.

È dedicato a Billie Holiday, signora del jazz e del blues, “Un mistero nero”, in scena nella Sala concerti del Teatro Verdi di Sassari domenica 16 febbraio alle 19.30. Basato su un testo originale di Speranza Serra, lo spettacolo ripercorre la vita e la carriera della regina della 52° strada, su cui si affacciavano i locali dove la cantante statunitense amava esibirsi con una gardenia bianca tra i capelli. Un’artista indimenticabile, che secondo Frank Sinatra influenzò in modo straordinario e definitivo il canto popolare del Novecento. A raccontare la storia di Lady Day, come l’aveva soprannominata Lester Young, sassofonista e caro amico, Rossella Faa, cantante, musicista, figura di spicco della scena musicale sarda, e l’attrice Mariantonietta Azzu, voce recitante. Ad accompagnarle le musiche in scena dell’Ensemble Laborintus, costituito da Angelo Vargiu al clarinetto, Gian Piero Carta al sassofono, Antonio Pitzoi alle chitarre, Simone Sassu al piano, Lorenzo Sabattini al contrabbasso e Luca Piana alla batteria.

Lo spettacolo, organizzato dall’Associazione Musicale Laborintus, rientra all’interno dell’ottava edizione della rassegna “Un concetto, un’idea”, nata nel 2012 come approfondimento tematico e naturale evoluzione del progetto “Leggendo liberi” che per circa vent’anni ha costituito il filo conduttore delle produzioni di Laborintus, sempre ispirate a temi sociali e di attualità. La rassegna, che proseguirà lungo tutto l’arco dell’anno con circa trenta appuntamenti, prevede concerti strumentali, concerti vocali per coro e concerti con cantanti e voci recitanti.

È possibile acquistare i biglietti di “Un mistero nero”, al costo di 8 euro, presso la biglietteria del Teatro Verdi, in via Politeama 8, dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 e dalle 18 alle 20, e il sabato dalle 11 alle 13. Per informazioni è possibile contattare la segreteria di Laborintus chiamando al 3498024059.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: