EvidenzaPolitica

Turismo, ripartire dagli alberghi diffusi

Antonello Peru (Cambiamo): «Opportunità per la rinascita dei piccoli paesi». Svolta dalla manovrina approvata nei giorni scorsi dal Consiglio regionale

Antonello Peru

Cagliari. Una formula vincente per rianimare il turismo nei piccoli centri della Sardegna. Parte da questa filosofia il finanziamento di 5 milioni di euro destinato dalla manovrina – approvata dal Consiglio regionale – alla realizzazione di alberghi diffusi. Un progetto proposto da Antonello Peru con un unico obiettivo. «La parola d’ordine – dice il leader di Cambiamo! – è quella di riqualificare e recuperare immobili dei centri storici della Sardegna, da impiegare per strutture volte a realizzare l’ospitalità diffusa». L’emendamento è stato approvato a larga maggioranza dall’assemblea di via Roma. «È un investimento di grande importanza per rilanciare l’offerta turistica della nostra Isola e non limitarla al modello “sole e mare” – continua l’esponente del gruppo Udc-Cambiamo! –. Con una partita di risorse che ammonta a 5 milioni di euro è possibile che il progetto di albergo diffuso possa diventare realtà». Strutture ricettive in grado di ampliare e rendere ancor più appetibile il marchio Sardegna. «Si punta sulle nostre potenzialità culturali e identitarie – aggiunge Peru –. Il piano intende valorizzare i nostri centri storici e riconsegnare la bellezza autentica dei piccoli borghi. Con questo progetto sarà possibile aumentare le capacità ricettive delle strutture isolane, senza ulteriore consumo del territorio ma solo recuperando l’esistente».

Agricoltura, artigianato ed enogastronomia svolgono un ruolo ancora più decisivo nella proposta turistica disegnata dalla compagine Udc-Cambiamo!. «L’impianto degli investimenti è di dare una prima importante risposta all’esigenza di bloccare il fenomeno negativo dello spopolamento – conclude Peru –. Tutto questo oggi può essere realizzato e può dare alla Sardegna nuove prospettive dal punto di vista economico e anche occupazionale. È davvero una grande soddisfazione perché abbiamo le risorse economiche e gli strumenti legislativi per fare quel cambio di passo necessario alla nostra Isola. Il vero cambiamento inizia anche da qui per dare un’ulteriore spinta al motore turistico della Sardegna».

Tags

Articoli collegati

Vedi anche

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: