EventiEvidenza

(To) Be in Jazz, oggi nuovo doppio evento

A Sassari a Palazzo di Città prosegue l’appuntamento con i concerti aperitivo. Sul palco l’Orchestra jazz della Sardegna in “Good Morning Blues”, progetto di Mario Raja

Sassari. I concerti aperitivo al loro 18esimo compleanno confermano il successo di un’iniziativa che da sempre catalizza l’attenzione di un folto pubblico di appassionati. Tutto esaurito e lunghe file al botteghino per il primo appuntamento che ha portato al Palazzo di città il grande jazz in un doppio concerto dedicato a “Miles Davis Songbook” con gli arrangiamenti di Roberto Spadoni.

Domenica 9 dicembre, sempre con doppio appuntamento alle 11 ed alle 18, l’OJS presenterà, con la direzione dell’autore, “Good Morning Blues”, progetto di Mario Raja dedicato alla musica del primo Count Basie. “Good Morning Blues” è il titolo di una delle prime composizioni di Count Basie e della sua autobiografia. In questa Basie racconta dei suoi inizi a Kansas City insieme a un gruppo di ragazzi che prendevano la musica quasi come un gioco, ma anche come una cosa terribilmente seria, fino a raggiungere un successo che all’inizio poteva sembrare solo un sogno.

Mario Raja nel nuovo progetto curato appositamente per l’Orchestra Jazz della Sardegna, affronta la musica del primo Count Basie partendo dalle prime registrazioni della band del 1937. Allora l’orchestra aveva ancora un organico piccolo, ma vi spiccavano i talenti straordinari di Lester Young, Benny Morton, Freddy Green e Jo Jones e si avvaleva degli arrangiamenti di Basie stesso e di alcuni pionieri come Eddie Durham e Andy Gibson. Semplicità ed energia erano il segreto di quella prima orchestra, caratterizzata da un suono e da alcune soluzioni ritmiche talmente efficaci da diventare un riferimento per tutto il jazz degli anni seguenti, segreto che Raja vuole trasporre in questo progetto per l’orchestra sarda. Al termine del concerto mattutino, come di consueto, il Museo del Vino di Berchidda curerà la degustazione e la presentazione dei prodotti della Cantina di Olevò di Berchiddeddu, Di Madrigosas di Olmedo e di Pianeta Pizza di Gavino, realtà produttiva sassarese,

Grazie ad una rete di collaborazioni pluriennali il festival non è però soltanto musica. “To Be in Jazz” offre infatti un programma di eventi che coinvolgono il settore enogastronomico, con le tradizionali degustazioni curate dal Museo del Vino-Enoteca Regionale della Sardegna di Berchidda, o la videoproiezione dedicata alla storia del jazz , visto da un occhi sardo, denominata “To be in Jazz/immagini” presentata da Ogros-fotografi associati nelle sale di rappresentanza del Palazzo di Città dal 2 al 24 dicembre ogni venerdi, sabato e domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 17 alle 20, e curata dai fotografi Antonio Mannu e Salvatore E. Masala.

In collaborazione con l’agenzia di viaggi “Time Out Viaggi” di Sassari, un info-point dedicato metterà a disposizione, nella sede dell’agenzia, materiale illustrativo della manifestazione.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: