Alghero

Su Ryanair e Sogeaal servono subito atti concreti

Riunione questo pomeriggio ad Alghero con sindaci, associazioni di categoria e sindacali. Domani il Consiglio comunale a Cagliari

 

 

SindaciAlgheroRyanairAlghero. «Si sta giocando sul futuro di una parte importante della Sardegna, se entro qualche giorno non si troveranno soluzioni concrete per mettere in sicurezza la società di gestione dell’aeroporto di Alghero e incentivare il traffico di rotte e vettori sarà un vero disastro». La posizione dei numerosi sindaci, associazioni di categoria e sindacati è netta e con chiarezza pretende risposte certe da Cagliari. È stata ribadita questa sera (martedì) in occasione dell’incontro svoltosi ad Alghero, alla presenza dei sindaci e rappresentanti istituzionali di Sassari, Sorso, Ittiri, Olmedo, Uri, Porto Torres, Oliena, Nuoro e Bosa, dei vertici della Camera di Commercio, Confcommercio, Federalberghi, Confartigianato, Confindustria, CNA, e delle segreterie territoriali dei sindacati.

«Servono passi concreti da parte della Regione, con decisioni forti e immediate dal punto di vista politico e tecnico», ha ripetuto Mario Bruno, nella convinzione che si possano e debbano adottare misure concrete per sostenere e incrementare il traffico low cost, in linea con gli orientamenti comunitari. In questo senso saranno due esperti di comprovata esperienza a dirimere i temi più controversi del sostegno economico ai vettori in attesa del pronunciamento Ue e confutare le tesi attendiste e dannose dell’assessore regionale ai Trasporti. «C’è da scongiurare la chiusura della base Ryanair – sottolinea il sindaco di Alghero – salvare un territorio in affanno e garantire tutti gli imprenditori che negli ultimi anni hanno effettuato investimenti. Stiamo vivendo una crisi strutturale che obbliga a tenere alta la mobilitazione, non siamo contro nessuno, c’è necessità di unità e il territorio lo sta dimostrando».

 

Contraccolpi importanti sull’economia già si registrano in tutti i territori, dal Sassarese fino al Nuorese, la Planargia e il Montiferru, con ripercussioni negative sull’economia ma anche sul sociale, denuncia con forza l’assessore al Turismo di Bosa. «Servono azioni immediate e concrete», ripetono invece Cadeddu e Visconti, che descrivono un quadro impietoso, con problemi comuni a tanti territori. Parallelamente continua la mobilitazione dei Consigli comunali di mezza Sardegna che, dopo Bosa, porteranno in approvazione il documento che impegna il presidente Pigliaru ad avviare senza indugio le procedure per l’adozione del Piano Regionale dei Trasporti; provvedere alla messa in sicurezza della Sogeaal; garantire il supporto finanziario alla società di gestione dell’aeroporto di Alghero per le azioni di co-marketing; individuare gli strumenti per garantire il sostegno finanziario al progetto “Destinazione Sardegna” per promuovere la destagionalizzazione dei flussi turistici.

 

Mercoledì sarà la volta del Consiglio comunale di Alghero che si riunirà alla presenza del Primo cittadino e della Giunta, in seduta aperta, davanti alla sede del Consiglio regionale di Cagliari. «Mai come in questo momento sono da condividere tutte le iniziative che si tanno portando avanti in queste ore da parte delle diverse forze politiche, sociali e imprenditoriali a favore della città e del suo aeroporto, alle quali va il mio totale sostegno», conclude il sindaco Mario Bruno.

 

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: