EvidenzaSassari

“Su mortu mortu il nostro Halloween”

Migliaia di persone hanno invaso corso Vittorio Emanuele a Sassari per un evento organizzato dall’associazione Tusitala con la direzione artistica di Monica De Murtas

Sumortu20183Sassari. Una festa dedicata alla città, alla riscoperta delle antiche tradizioni ma anche di una delle vie più belle del centro storico: il corso. Migliaia di persone si son date appuntamento mercoledì sera per la terza edizione del progetto di storytelling “Su mortu mortu il nostro Halloween” evento ideato e organizzato dall’associazione Tusitala con la direzione artistica di Monica De Murtas. «L’iniziativa è stata resa possibile grazie ad una sinergia virtuosa – dice Monica De Murtas – tra commercianti, istituzioni e singoli cittadini che credono nell’importanza di valorizzare il centro storico da sempre cuore pulsante della città. Il corso non è morto, i sassaresi lo amano e vogliono abitarlo e viverlo. Il successo di questa iniziativa lo dimostra. Il centro storico può essere ancora il cuore pulsante di Sassari».

Sumortu20181Promossa dai commercianti del corso l’iniziativa è stata realizzata con il patrocinio del comune di Sassari e la collaborazione della Scuola di Teatro delle attrici Daniela Cossiga e Antonella Masala che hanno preparato i giovanissimi artisti in scena. Gli allievi tutti di età compresa tra gli 8 e i 14 anni sono stati i bravissimi animatori della serata, applauditi dal pubblico, si sono trasformati in mostri, zombi e fantasmi e hanno interpretato il loro personaggio dark per poi “infestare” le vetrine e dar vita a mini performance che hanno coinvolto il pubblico. All’interno del laboratorio i ragazzi hanno imparato le antiche litanie sarde chiedendo in coro ai commercianti “Su mortu mortu” e “Is Animeddas” ovvero un’offerta dolce per le anime dei defunti. Tra i Partner del progetto anche la compagnia La botte e il Cilindro e il Moderno Cityplex. A dare un fascino noir alla serata hanno contribuito gli effetti scenici della ditta Scenosist di Titti Sisto. Così tra giochi di luci e una colonna sonora decisamente noir ogni vetrina si è trasformata in palcoscenicoe l’intera strada, che per l’occasione è stata chiusa al traffico, in un set cinematografico perfetto per l’arrivo degli ospiti d’onore della serata: La dama nera (Iole Scarduzio), la sposa cadavere (Barbara Coda), e lo zombie motociclista (Massimiliano Pinna).

Al termine della serata tutti i performer si sono riuniti in una macabra sfilata delle anime che è giunta sino al cinema Moderno Cityplex per una festa conclusiva e il gran finale con la maratona Horror programmata nella multisala a partire dalle 22.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: