EvidenzaSpettacoli

Storia di una pallottola. Un giorno a Kabul

Questa sera (giovedì) alle 21 nel cortile di Palazzo Ducale seconda proiezione della rassegna cinematografica Visioni Solidali

StoriapallottolaSassari. “Storia di una pallottola. Un girono a Kabul” è la seconda proiezione della rassegna cinematografica Visioni Solidali, giunta alla nona edizione quest’anno. Giovedì 15 giugno, nel cortile di Palazzo Ducale, con inizio alle 21, il Gruppo Emergency Sassari propone un documentario che si presenta come un’esperienza sensoriale della durata di 35 minuti.

«La guerra è una bambina di sette anni con una pallottola in testa, in Afghanistan. Non è la prima e non sarà l’ultima: dopo quindici anni di guerra, le vittime civili continuano ad aumentare. Uno dei medici che ha cercato di curarla osserva quella pallottola: non si poteva fare niente per fermarla, prima che finisse lì? Chi le ha sparato? Chi l’ha comprata? Chi l’ha venduta?». Il viaggio di quella pallottola è uno spunto per allargare lo sguardo alla spirale della guerra, alle sue dinamiche e alle sue responsabilità. Il laboratorio porterà i partecipanti a Kabul per un giorno, attraverso le parole di chi lavora quotidianamente nell’ospedale di Emergency, per scoprire che la guerra riguarda tutti noi e non si può umanizzare: si può solo abolire.

Nel web-doc realizzato da Emergency sull’attività in Afghanistan la narrazione è di Cecilia Strada e la voce quella di Valerio Mastrandrea. Al termine della proiezione il giornalista Costantino Cossu intervisterà Christian Elia, autore del documentario, anch’egli giornalista e co-direttore di Q Code Magazine. Sarà presente, come di consueto, un banchetto informativo dei volontari del Gruppo Emergency Sassari.

Visioni Solidali è la rassegna cinematografica promossa da Associazioni al cinema, un coordinamento di associazioni del territorio che vede stabili e nuove presenza al suo interno. Amnesty International, Andalas de Amistade, Crew, Emergency, Equomondo, Mondo X Sardegna, Movimento Omosessuale Sardo, noiDonne 2005, Ponti non muri, Zoe rinnovano l’incontro con la città dando spazio alla proiezione di film e documentari, spesso in prima visione, alla presenza di chi ha scritto o diretto la pellicola.

La rassegna Visioni Solidali, a ingresso gratuito, ha il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassari.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: