EventiEvidenza

Stasera ritorna la Ciogghitta d’oro

Il torneo di “succiaddura” compie dodici anni. Ma cambia la sua location: stavolta sarà Porto Torres a ospitare l’evento

Sassari. La Ciogghitta d’oro, torneo di “succiaddura” di lumachine, ritorna anche quest’anno. Ma con una importante novità. Non sarà più Sassari, la patria d’origine della tradizione delle lumache nell’Isola. Stavolta la manifestazione andrà finalmente al mare. «Esattamente a casa dei nostri cugini di Porto Torres che ci hanno accolto a braccia aperte – spiega l’ideatore e organizzatore dell’evento, Lillo Carboni –. Non vediamo l’ora di selezionare i migliori succhiatori turritani che sicuramente daranno filo da torcere ai sassaresi. È sempre stato nei nostri intenti esportare il nostro format nelle piazze di Porto Torres e Sorso, dove si parla la stessa lingua e si gustano gli stessi piatti della tradizione come appunto le lumache. Ci auguriamo quindi che questa edizione sia la capofila di una serie di appuntamenti fuori le mura utile a fortificare la fratellanza fra le nostre città».

La XII edizione della Ciogghitta d’oro diventa così “Sea edition”. L’appuntamento è fissato per stasera, venerdì 29 luglio, a partire dalle 21 alla Torre Aragonese di Porto Torres. Iscrizioni al numero di cellulare 3493327913. L’evento è inserito nel calendario del programma Salude & Trigu della Camera di Commercio.

La Ciogghitta d’oro si colloca tra gli eventi che più rappresentano la tradizione e la cultura cassarese seconda solo alla Discesa dei Candelieri e che da più di dieci anni riempie le piazze cittadine di folle, turisti e sassaresi che vengono attratti dalla singolare gara di succhiatura. Il consumo delle lumache fa parte della tradizione culinaria Sassarese da svariati secoli, come tutti i cibi (poveri) che contraddistinguono la storia e le origini contadine del territorio isolano e non solo. La gara consiste nel succhiare il maggior numero di lumachine nel minor tempo possibile secondo la tecnica conosciuta col nome in dialetto “a succiaddura”, che si applica praticando col canino due fori sul guscio della lumaca (precedentemente bollita) e aspirando con forza dalla parte del buco naturale per permettere alla lumachina di uscire completamente dal suo guscio senza l’ausilio di aghi o stecchini. Ad assicurarsi che la succhiatura sia avvenuta correttamente saranno i giudici dei R.I.S.S., Reparto Investigativo Succhiatori

In occasione della manifestazione è possibile anche per chi non gareggia assaggiare il prelibato gasteropode cucinato secondo la tradizione secolare, in un contesto di festa popolare che anima e fa rivivere le piazze e i vicoli del centro storico cittadino).

Le serate sono (da sempre) presentate dagli attori Laura Calvia e Daniele Coni, fondatori della compagnia teatrale BobòScianèl, che con esperienza e simpatia tipica del vernacolo scandiscono i tempi della serata alternando momenti di gara a pause musicali rigorosamente in dialetto sassarese eseguita dalla Ciogghitta Band. La forza attrattiva della manifestazione è da sempre custodita nella sua singolarità e originalità, unendo il gioco e la competizione alla tradizione gastronomica preservandola.

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: