Spettacoli

Stagione lirica a Sassari, fil rouge al femminile

Alla presentazione delle opere in cartellone hanno partecipato l’interprete di Carmen, il mezzosoprano georgiano Nino Surguladze, ed il regista Andrea Cigni

 

 

CigniNino
Il regista Andrea Cigni ed il mezzosoprano Nino Surguladze

Sassari. Sarà un filo rosso tutto al femminile, con un omaggio alle donne, protagoniste di tutte e quattro le opere in cartellone per la 71esima stagione dell’Ente Concerti “Marialisa De Carolis” al Teatro Comunale di Sassari. Innanzitutto la Carmen di Bizet, che aprirà la stagione venerdì 10 ottobre alle 20,30 (in replica domenica 12 alle 16,30). L’opéra-comique in quattro atti su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy è tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée (1845). La sua prima rappresentazione avvenne all’Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875. Carmen è il prototipo per eccellenza della donna libera e indipendente, che darà vita alla tipologia della ‘femme fatale’ novecentesca. La Carmen in scena è una nuova produzione originale dell´Ente lirico di Sassari e al territorio è legata per un particolare curioso: le divise dei soldati sulla scena sono ispirate alle divise storiche della Brigata Sassari, celebrata dalla produzione a un anno dal centenario della Grande guerra in cui i ‘sassarini’ si distinsero per coraggio ed eroismo. Anche gli abiti delle figuranti nell´ultimo atto dell´opera riprendono i costumi tradizionali sardi della festa.

Alla conferenza stampa di presentazione della stagione lirica, mercoledì a Palazzo Ducale, sono intervenuti anche l’interprete di Carmen, Nino Surguladze, ed il regista, Andrea Cigni. «L’Italia è la patria della lirica e Carmen la conoscono anche i più giovani, che sono il futuro per la musica. L’opera va salvata, anche perché è un patrimonio immortale. Ringrazio il direttore artistico Marco Spada. A persone come lui dobbiamo dare fiducia e fare in modo che abbiano sempre nuovi stimoli», ha detto il giovane mezzosoprano georgiano.

Dopo gli studi al conservatorio di Tbilisi, sua città natale, Nino Surguladze ha ottenuto importanti riconoscimenti tra Francia, Spagna e Gran Bretagna, prima di trasferirsi in Italia, dove si è specializzata all´Accademia del Teatro alla Scala di Milano, debuttando nel ruolo di Cuniza nell´opera “Oberto, conte di San Bonifacio” di Giuseppe Verdi e come Marie nel “Moïse et Pharaon” di Gioachino Rossini, che ha inaugurato la stagione scaligera 2003/2004, con la direzione di Riccardo Muti.

«Nino sarà l’interprete ideale della Carmen. Visto che siamo a Sassari dico inoltre che la vitalità dei teatri passa anche per i teatri di tradizione», ha aggiunto il regista Andrea Cigni, che per l’Ente Concerti ha già proposto la “Norma” di Vincenzo Bellini nel 2011 e “Roméo et Juliette” di Charles Gounod nel 2012, opera che inaugurò il nuovo Teatro Comunale.

Le altre opere in cartellone sono il 31 ottobre (con replica il 2 novembre) la “Madama Butterfly”, di Giacomo Puccini, “La scala di seta”, di Gioacchino Rossini, in programma il 21 novembre (con replica il 23) e “Adriana Lecouvreur”, di Francesco Cilèa, in scena il 5 dicembre (con replica il 7).

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: