Sorso-Sennori

A Sorso rissa tra migranti

I Carabinieri ne arrestano sette. Uno è gravemente ferito: gli manca un pezzo di orecchio. Sono ospiti del Centro d’Accoglienza per Richiedenti Asilo “Il Vivaio”

 

 

CarabinieriSorsoSorso. Questa notte i Carabinieri della Stazione di Sorso hanno arrestato 7 migranti di varie nazionalità nord africane, ospiti del Centro d’Accoglienza per Richiedenti Asilo “Il Vivaio”, accusati di rissa aggravata e lesioni.

Era da poco trascorsa la mezzanotte quando il mediatore culturale del centro ha chiamato il “112” per richiedere l’intervento dei Carabinieri. Era infatti in corso una violentissima rissa tra gli ospiti della comunità. Pochi istanti ed i militari della locale Stazione, supportati da altre due pattuglie della Compagnia di Porto Torres, hanno raggiunto il centro. I richiedenti asilo avevano messo a soqquadro l’intera struttura, danneggiando gravemente gli arredi ed utilizzando bastoni, mattoni e perfino un sega dentata per colpirsi tra di loro. Solo il deciso e fermo intervento dei Carabinieri ha permesso di ristabilire l’ordine e la sicurezza nella struttura dove gli addetti ed il mediatore culturale erano rimasti inermi davanti alla violenza generata dai giovani nord africani.

Due dei sette coinvolti sono rimasti gravemente feriti: ad uno è stato strappato un pezzo di orecchio con un morso mentre un altro ha subito una forte contusione ad una mano.

Gli accertamenti condotti dai Carabinieri della Stazione di Sorso hanno permesso di ricostruire la dinamica degli eventi nonché di capire le cause che hanno dato origine alla rissa ed identificarne i responsabili. Il tutto sarebbe scaturito per futili motivi: in occasione della distribuzione della cena alcuni degli ospiti hanno accusato altri di aver utilizzato differenti criteri per dividere il pasto. È così nato un’accesa discussione degenerata in una violenta rissa.

I sette responsabili, originari della Nigeria, della Costa d’Avorio, del Ghana e del Mali, sono stati arrestati per i reati di rissa aggravata e lesioni gravi e verranno associati presso il carcere di Sassari – Bancali, in attesa dell’udienza di convalida.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: