Sorso-Sennori

A Sennori la raccolta differenziata supera l’86 per cento

Bilancio del primo trimestre con il nuovo appalto dei rifiuti. L’assessore all’Ambiente Vincenzo Leoni: «Il servizio ha già raggiunto risultati eccellenti»

 

VincenzoLeoni
L’assessore Vincenzo Leoni

Sennori. Tre mesi per riscrivere ogni record. Iniziato a marzo, il nuovo servizio di raccolta di igiene ambientale nel Comune di Sennori ha raggiunto in appena un trimestre risultati straordinari: la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti ha sollevato l’asticella di ben 20 punti, toccando a maggio la soglia dell’86,24 per cento. Un traguardo mai raggiunto prima a Sennori.

Il nuovo appalto, progettato con grande impegno e precisione dall’Assessorato all’Ambiente, ha impresso già dal primo mese un tangibile miglioramento del servizio, gestito dalla ditta Sceas (consociata all’aggiudicataria Ciclat Ambiente). Le tabelle riepilogative della raccolta differenziata dei rifiuti nel mese di marzo hanno registrato un valore pari all’80 per cento, contro valori introno al 65 per cento che si registravano nello stesso periodo degli anni precedenti. L’incremento dei rifiuti differenziati è continuato ad aprile, quando le tabelle hanno indicato la cifra dell’85 per cento, per poi arrivare al risultato di maggio, con il superamento dell’86 per cento.

SennoriVeduta.jpg
Veduta di Sennori

Il raggiungimento di questi risultati, oltre a migliorare sensibilmente il livello di sostenibilità ambientale, avrà degli effetti positivi anche in termini economici per l’intera collettività: grazie alle alte percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti il Comune di Sennori potrà aderire all’Associazione dei Comuni ricicloni sotto i 10mila abitanti, attingere a finanziamenti mirati per potenziare l’ecocentro e migliorare nel complesso i servizi di igiene urbana erogati, offrendo e garantendo ancora più efficacia e qualità.

«Abbiamo lavorato sodo e con grande attenzione per formulare il nuovo appalto di igiene urbana, e ora le nuove regole e la nuova organizzazione del servizio stanno dando i loro frutti», commenta l’assessore all’Ambiente, Vincenzo Leoni. «È stato possibile raggiungere subito questi risultati contando sulla massima collaborazione dei cittadini, che già in questi primi tre mesi del nuovo servizio hanno dimostrato una grande attenzione e sensibilità», continua l’assessore.

Sono molte le modifiche introdotte con il nuovo contratto di appalto, e tutte hanno avuto un effetto migliorativo sul servizio erogato: quadruplicando la frequenza di ritiro è aumentata la quantità di plastica e alluminio raccolta; con il ritiro settimanale (prima era bisettimanale) è raddoppiata la quantità di carta e cartone raccolta; le attività commerciali godono di una raccolta dedicata per ogni singola utenza, basata sulla singola necessità, domenica e festivi compresi; il calendario è stato unificato in tutto il centro abitato, mantenendo il servizio anche nei giorni festivi; la raccolta di rifiuti ingombranti e verde/ramaglie a domicilio è effettuata entro le 48 ore con chiamata al numero verde gratuito; sono raddoppiate le ore di apertura dell’ecocentro; all’interno del cimitero è stata ottimizzata la disposizione e il numero dei contenitori con 10 isole ecologiche, dedicati a tutte le tipologie dei rifiuti; è migliorata la qualità del rapporto tra utenti e operatori, rimasti gli stessi ma sotto una gestione diversa e ottimale da parte di Ciclat.

Il miglioramento del servizio e gli ottimi risultati conseguiti nella raccolta differenziata dei rifiuti si uniscono all’azione dell’amministrazione comunale che con una task force messa in piedi dall’assessore all’Ambiente Leoni, sta scandagliando le utenze per portare alla luce il sommerso. Finora sono stati scovati oltre 120mila 273 metri quadrati di superfici immobiliari fantasma, che finora erano sconosciute all’ufficio Tributi e mai conteggiate per il pagamento della tariffa di igiene urbana. Le indagini andranno avanti ancora per molti mesi e in base alle previsioni la scoperta delle superficie finora non conteggiate consentirà in futuro all’amministrazione comunale di abbassare ulteriormente la tariffa di igiene urbana a carico dei cittadini, perché il costo sarà spalmato su più utenze.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: