CronacaEvidenza

Sassari-Olbia, l’assessore Frongia incontra i sindaci

La nomina di un commissario straordinario è l’unica via percorribile per sbloccare i cantieri, la richiesta dei primi cittadini

IncontroBerchiddaBerchidda. «Con spirito costruttivo e nell’interesse della Sardegna in questi mesi abbiamo cominciato una intensa interlocuzione con Anas. Non bisogna aspettare che succeda l’incidente, ovvero il fallimento di una impresa, e non si può pensare che diminuiscano gli incidenti stradali se le nostre principali arterie sono disseminate di cantieri, per giunta bloccati. L’emergenza strade non può e non deve più essere un problema secondario. La sicurezza delle persone e lo sviluppo economico di una regione sono strettamente legati alla capacità di garantire vie di comunicazione efficienti e moderne». Lo ha detto l’assessore regionale dei Lavori pubblici Roberto Frongia incontrando nella casa comunale di Berchidda i sindaci (o delegati) dei Comuni su cui insistono i lotti incriminati della Sassari-Olbia: Berchidda, Tula, Oschiri, Monti, Ardara, Ozieri, Florinas.

«Non possiamo immaginare un futuro che prescinda dalla necessità di colmare il gap infrastrutturale, vero dramma della Sardegna. Per queste ragioni proseguiremo nella strada del commissariamento», ha aggiunto l’assessore.

I sindaci, alla presenza dell’amministratore straordinario della Provincia di Sassari Pietrino Fois e del vicepresidente del Consiglio regionale Giovanni Antonio Satta, hanno chiesto all’assessore di non essere lasciati soli. «La Sassari-Olbia è il futuro del Nord Sardegna e delle nostre Comunità, così drammaticamente interessate dal fenomeno dello spopolamento», hanno detto. «Oggi abbiamo costituito un fronte istituzionale compatto per lo sblocco dei lavori – hanno continuato i sindaci –. La presenza dell’assessore e del vicepresidente del Consiglio regionale, che hanno raggiunto i nostri territori per toccare con mano le criticità, testimoniano la volontà di portare avanti una battaglia per il futuro della Sardegna. La nomina di un commissario straordinario – concludono – è l’unica via percorribile per sbloccare i cantieri: chiediamo con forza un intervento in quel senso per cercare di semplificare con poteri straordinari queste lungaggini».

Rispetto ad Anas l’assessore ha ribadito la volontà di essere collaborativamente al fianco di Anas attraverso il commissariamento. «Credo sia arrivato il momento che Anas restituisca alla Sardegna qualcosa in termini di efficienza ed efficacia. È per questo che ho chiesto l’apertura di cantieri h24, oltre al potenziamento della struttura presente nell’Isola, che deve essere autonoma, slegata da Roma, perché la Sardegna ha bisogno di essere trattata diversamente rispetto alle altre regioni d’Italia».

All’incontro è seguito il sopralluogo sulla Sassari-Olbia.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: