canale12EvidenzaSassari

Sassari contro il gioco d’azzardo

Il gruppo Sassari No Slot promuove nuovi progetti. Previsto il coinvolgimento delle scuole medie e superiori per realizzare cartelli dissuasori da esporre nei locali

SlotliberaSassari. Il gruppo “Sassari No Slot” promuove per venerdì prossimo 16 giugno un incontro pubblico per presentare alla città i nuovi progetti in cantiere contro il gioco d’azzardo. L’evento ha il patrocinio dell’Amministrazione comunale e si svolgerà nella Biblioteca comunale in piazza Tola. Interverranno il sindaco Nicola Sanna, l’economista Vittorio Pelligra, l’esperto di politiche pubbliche Stefano Sotgiu, Michela Pilicchi, portavoce del gruppo Sassari No Slot, e Gregorio Salis del Servizio Dipendenze della Assl.

L’obiettivo dell’incontro è illustrare le azioni messe in campo per contrastare le conseguenze del gioco diffuso, come la malattia d’azzardo e il rischio dipendenza. In particolare, il gruppo Sassari No Slot presenterà il suo Progetto Scuola, che prevede il coinvolgimento di medie e superiori per realizzare cartelli dissuasori da esporre nei locali che detengono le slot machine, sempre in accordo col Servizio Dipendenze della Assl e con il Comune. Verrà inoltre realizzato un gioco educativo da contrapporre idealmente al “gratta e vinci”. Come modalità di finanziamento dei progetti verrà proposto il crowdfunding sulla piattaforma locale “EuPuru!”, specializzata in progetti a valenza civica e sociale.

Si stima che a Sassari, su 130.000 abitanti, ben 90.000 abbiano avuto a che fare in qualche modo con il gioco d’azzardo. La stima di rischio – cioè di chi ha avuto almeno una piccola vincita – è di 49.000 persone, vale a dire circa un terzo della popolazione. I dati del Servizio Dipendenze della ASL sono altrettanto severi, con circa 3.500 persone seguite, che tuttavia rappresentano solo la parte di popolazione che ha avuto il coraggio di affrontare il problema.

Il gruppo “Sassari No Slot” si è formato circa due anni fa proprio con l’obiettivo di affrontare il problema locale. È costituito da oltre una decina di associazioni: Giovani per un Mondo Unito, Movimento dei Focolari, Centro Sportivo Italiano, Associazione Berlinguer, Noi Donne 2005, Associazione Italiana Genitori, Associazione Igino Giordani, Caritas, Com. Papa Giovanni XXIII, Mondo X Sardegna, Dopolavoro Ferroviario, Sorgente, Telefono Amico, Sardegna solidale, Auser.

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Vedi anche

Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: