EvidenzaPolitica

Sassari Civica a Campus: «Hai tradito la città»

Il gruppo consiliare è ormai in rotta totale con il sindaco. L’alleanza con il M5s sancita formalmente con l’ingresso in Giunta di Laura Useri

Il sindaco Campus, il presidente Murru (M5s), l’assessora Useri (M5s) e il consigliere Sias (M5s)

Sassari. Ormai è guerra aperta tra il gruppo consiliare di Sassari Civica e il sindaco Nanni Campus. «Sembra essere destinata a non finire la polemica sulla recente nomina della consigliera dei cinque stelle nella giunta campus, dopo aver ottenuto, oltre due anni fa, lo scranno di presidente del consiglio comunale». Inizia così un comunicato diffuso giovedì dai consiglieri della lista che nel 2019, nell’ambito della coalizione civica che sosteneva alle elezioni Nanni Campus, ottenne il miglior risultato. Adesso però i rapporti sono di fatto rotti, dopo l’ingresso in Giunta dell’assessora Laura Useri, eletta nell’Assemblea Civica per il M5s. A lei il 17 dicembre Campus ha assegnato le deleghe alla Cultura e all’Istruzione.

Massimo Rizzu

«Durante la campagna elettorale – scrive Massimo Rizzu, coordinatore cittadino di Sassari Civica – del 2019, il M5s, per bocca del candidato sindaco Maurilio Murru, dichiarava che questa città non aveva bisogno di riportare le lancette indietro di 20 anni e neanche di pensionati o pre-pensionati. Insomma l’incoerenza del M5s è tangibile e la città lo ha capito, come ha capito che il sindaco Campus è in evidente stato confusionale, dal quale non trova via d’uscita in quanto poco propenso, da sempre, al dialogo».

In questi giorni – si legge ancora nella nota – impazza nuovamente sui social il video di Murru (M5s) – subito dopo le elezioni nominato presidente del Consiglio comunale con i voti della nuova maggioranza civica –, e le sue dichiarazioni pubbliche ai comizi, dove attaccava pesantemente i candidati civico e quello del centrosinistra. Tanti i commenti degli utenti social sul cambio di rotta e sull’ingresso in Giunta. «Siamo delusi – dichiara Giuseppe Palopoli – perché, come lista, abbiamo ottenuto quasi l’8 per cento dei consensi, dando a tutta la coalizione civica e al sindaco la possibilità di vincere le elezioni. Ha assunto, fin da subito, una posizione rigida nei confronti della nostra lista per alcune incongruenze dovute alla poca chiarezza, mentre nulla afferma circa le dichiarazioni dei 5Stelle in campagna elettorale, ma anzi premia chi ha perso le elezioni».

La lista più votata del Progetto civico, nonostante avesse ottenuto il maggior numero di voti, è stata dimenticata subito dopo le elezioni, forse per l’importante numero di consiglieri eletti. «Quello che doveva essere il Progetto civico – conclude Rizzu – è diventato il “Progetto Campus” poiché ogni assetto lo ha deciso solo ed esclusivamente il sindaco, senza il previo e necessario coinvolgimento della maggioranza. Inoltre, la nostra lista, nonostante avesse eletto sei consiglieri, non ha avuto alcun ruolo nella Giunta. Un fatto gravissimo e poco corretto rispetto all’indicazione data dai cittadini».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: