EvidenzaSassari

A Santa Maria la lampada di San Francesco

È stata accesa anche quest’anno dal sindaco Nicola Sanna, presente l’arcivescovo Gian Franco Saba. L’iniziativa è promossa dall’Anci

LampadaSanFrancesco2Sassari. Anche quest’anno, nella chiesa di Santa Maria di Betlem, è stata accesa la lampada votiva a San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. Un rito che mercoledì è stato rinnovato dal sindaco Nicola Sanna, insieme al nuovo arcivescovo di Sassari Gian Franco Saba, che ha presieduto la sua prima concelebrazione eucaristica in città dopo l’insediamento di domenica scorsa a San Nicola. Il primo cittadino ha inoltre recitato la preghiera a nome di tutti i sassaresi. L’olio della lampada votiva dei comuni d’Italia è stato offerto dal Gremio dei Calzolai.

Hanno assistito i rappresentanti dei gremi e dell’Intergremio e i gruppi scout. I canti della liturgia sono stati curati dal coro Laudate et Benedicite.

LampadaSanFrancesco1L’arcivescovo monsignor Gian Franco Saba è stato accolto all’arrivo in piazza dalla comunità dei Frati minori conventuali, che proprio in questi giorni hanno visto l’avvicendamento come guardiano del convento di Santa Maria tra padre Silvano Bianco e padre Salvatore Sanna.

Il rituale dell’accensione della lampada votiva è avvenuto in contemporanea nelle città d’Italia su iniziativa dell’Anci. Ad Assisi nella Basilica di San Francesco è stato il sindaco di Genova Marco Bucci, presente il premier Gentiloni, ad accendere la lampada a nome della Liguria e di tutti i comuni italiani. La cerimonia si ripete dal 1939 con il primo cittadino del capoluogo di una regione scelta a turno a rappresentare l’intera nazione. Per tutto l’anno la fiamma della lampada resterà accesa grazie all’olio offerto dagli abitanti di quella regione.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: