EvidenzaSassari

Santa Maria di Betlem, si attende il nullaosta della Soprintendenza

Solo dopo potrà partire l’iter per l’appalto e i lavori. Il progetto di intervento è stato presentato lo scorso 11 dicembre

Sassari. Il progetto è stato appena definito, adesso si attende il nullaosta della Soprintendenza. Solo allora potrà partire l’iter dell’appalto vero e proprio. La chiesa di Santa Maria di Betlem dovrà insomma attendere ancora per vedere l’inizio dei lavori di messa in sicurezza e ripristino di alcune parti della struttura, quelle che necessitano di un intervento urgente. Martedì scorso il Consiglio comunale ha affrontato l’argomento. Il capogruppo della Lega Francesco Ginesu ha illustrato un’interrogazione. «Santa Maria è un simbolo antico della nostra città, legato alla sua tradizione storica e religiosa. Adesso occorre muoversi. Siamo già a febbraio e il tempo corre veloce», ha ribadito.

GianfrancoMeazza
L’assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Meazza

A chiarire a che punto è l’iter degli interventi già annunciati dalla precedente amministrazione comunale è stato l’assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Meazza. È del 2018 il protocollo di intesa tra Regione, Ministero, Diocesi e convento che ha la proprietà della chiesa. «Questo protocollo è volto alla realizzazione di una serie di opere all’interno del complesso. Si tratta di opere molto importanti, per un milione e 450 mila euro – ha detto l’assessore –. L’ente convento dei Frati minori (la Provincia dei Frati Minori Conventuali, ndr) si è reso disponibile a redigere la progettazione. In questo momento siamo in attesa di ricevere il nullaosta alla progettazione da parte della Soprintendenza. Il progetto è stato presentato l’11 dicembre del 2019. La Soprintendenza si prenderà il proprio tempo. Una volta che il progetto entrerà in ufficio da noi sarà avviato l’iter. Si tratta di interventi sulla parte strutturale, dove sono caduti calcinacci, e anche sul campanile. I fondi per il momento non saranno sufficienti per altri lavori. Ci impegniamo a reperire ulteriori risorse».

Santa Maria di Betlem, presentato il progetto di recupero edilizio

FrancescoGinesu
Francesco Ginesu (Lega)

«Le mie ipotesi trovano qui conferma», ha subito commentato Ginesu. «Lo scorso anno poco prima delle elezioni di febbraio fu annunciato con una conferenza stampa che c’era un progetto. Adesso veniamo a sapere che è stato presentato solo l’11 dicembre alla Soprintendenza. Questo significa che a febbraio non c’era nulla di pronto. Dà fastidio questa presa in giro da parte della precedente amministrazione».

 

 

L’intervista a Francesco Ginesu

“FUORI AULA” Puntata 1 – di Adriano Porqueddu

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: