Primarie sindaco Sassari 2014Sassari

Salvatore Demontis: Voto Angela Mameli

Ballottaggio primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Sassari. La riflessione del consigliere regionale del Pd

SalvatoreDemontisRiceviamo e pubblichiamo la riflessione di Salvatore Demontis, consigliere regionale del Pd, sul ballottaggio di domani per le primarie per la scelta del candidato sindaco di Sassari che sarà proposto dal centrosinistra alle elezioni del 25 maggio.

 

Ma com’è strana la vita: nella seconda giunta Ganau (dal giugno del 2010) e sino a queste primarie, l’unico (tra noi quattro ex assessori) che aveva “l’ardire” di controbattere Gianfranco Ganau, ovviamente quando non ne condivideva le iniziative – e lo dicono i fatti – ero io. Non solo, sono sempre stato io a fare le battaglie contro gli schemi di potere, qualunque essi fossero. Sono stato persino espulso dal Pd per essermi candidato nel 2009 in una lista civica a sostegno del presidente Renato Soru, quella dei Rosso Mori. Invece, i tre amici che oggi si propongono quali portatori di una proposta di cambiamento rivoluzionaria – Sanna e Spanedda in particolare, un po’ meno Carbini – sono sempre stati perfettamente in linea con qualsiasi scelta politica di Ganau: possibile che andasse sempre – e dico sempre – tutto bene? Era praticamente inverosimile: non un seppur minimo disaccordo. Allora non capivo, e pensavo: «Ma è uno di noi, non è infallibile, certo, è il sindaco, un grande sindaco, ma pur sempre uno di noi, perché tanto appiattimento?». Oggi è tutto chiaro: il loro obiettivo più importante era quello di essere candidati a sindaco da Gianfranco Ganau. Infatti quando Ganau, razionalmente, ha individuato Angela Mameli come la più adatta per continuare il suo buon governo, gli estimatori di allora, sono diventati i ribelli di oggi (ovvio copione!).

Perché io, invece, che ho sfidato Gianfranco Ganau apertamente e duramente, anche alle ultime regionali oggi sostengo insieme a lui – e lo ribadisco, solo insieme a lui – Angela Mameli?

Perché sono convinto che Angela Mameli sia la più preparata e la più brava: oggi più che mai abbiamo l’assoluta necessità di un sindaco di polso, capace di prendere decisioni audaci e capace di sostenerle, un sindaco con ampia autonomia, un Sindaco.

Ma anche perché alla base di questa scelta c’è un progetto politico lungimirante: nel futuro del Pd l’unica vera novità è rappresentata dall’alleanza tra Ganau e l’area che ho l’onore di rappresentare, quella più riformista, l’unica che ha nel suo dna il cambiamento e la lotta agli equilibri di potere, sia quelli vecchi, sia quelli che, spacciandosi per il nuovo che avanza, oggi cercano, goffamente, di nascere.

Inoltre non si può trascurare il fatto che, nelle ultime elezioni, la città ha confermato le scelte di Gianfranco Ganau con oltre 8mila preferenze – sono consensi suoi e di nessun altro – e io, condividendo con lui la candidatura di Angela Mameli, democraticamente, rispetto l’esito elettorale e quindi le aspettative della maggior parte dei nostri elettori

Salvatore Demontis

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: