CulturaEvidenza

Salone del Libro, l’Aes chiude gli eventi

Dal Camper della Scienza all’Einstein Telescope: divulgare la ricerca e le grandi scoperte con parole semplici

Torino. Divulgare la ricerca e le grandi scoperte con parole semplici, alla portata di tutti, verso l’installazione dell’Einstein Telescope a Sos Enattos. È questo lo scopo del Camper della scienza, il progetto della Società Astronomica Turritana che ha aperto oggi l’ultima giornata di eventi nello stand AES al 34esimo Salone internazionale del libro di Torino. L’iniziativa, che coinvolge in particolare i più giovani, promuove la candidatura del sito di Sos Enattos per l’installazione dell’Einstein Telescope, grazie al quale la storia primordiale dell’universo si potrà scrivere in Sardegna. Daniele Dell’Aquila, ricercatore dell’Università di Sassari, e Michele Forteleoni della Società Astronomica Turritana hanno illustrato le straordinarie prospettive che il telescopio sotterraneo potrebbe realizzare non solo per la scienza ma anche per l’economia del territorio: sei miliardi di investimenti con fondi europei possono cambiare il volto di un’area, quella delle miniere ormai dismesse nei pressi di Lula, che nella migliore delle ipotesi darebbero lavoro a quarantamila persone nei dieci anni di costruzione. La valenza scientifica del progetto supera quella, già di casa nell’isola, del Sardinian Radio Telescope installato a San Basilio, restituendo preziosi risultati per oltre 50 anni nella ricerca sulle onde gravitazionali.

Secondo e ultimo appuntamento della giornata, la presentazione nello stand AES del libro “La scelta di un uomo”, di Pierangelo Chiolero (Aipsa Edizioni): il libro racconta, a metà tra storia e romanzo, la tragica vicenda del giovane tenente sardo dell’aeronautica militare Cesare Loi, che nel 1933 schiantò al suolo il suo aereo per salvare un gruppo di bambini in Val di Susa. All’incontro hanno partecipato anche le rappresentanze istituzionali dei paesi di Giaglione, dove accadde l’incidente, e di Ulassai, paese d’origine del militare.

La presenza dell’Associazione editori sardi al Lingotto ha consentito a trenta editori dell’Isola di partecipare con oltre duemila titoli alla principale mostra-mercato europea del libro, ospitando presentazioni, eventi, concerti e contribuendo alla divulgazione della cultura sarda nel mondo. L’AES ha inoltre curato il programma degli eventi dello stand della Regione Sardegna presente al Salone con un proprio stand istituzionale.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: