EvidenzaSpettacoli

Ritorna al Ferroviario Famiglie a Teatro

La prima parte della storica stagione di teatro per ragazzi propone 11 titoli, con 2 nuove produzioni e 4 compagnie ospiti. Si parte il 1 ottobre con “Galline libere”

“Galline libere”

Sassari. Il teatro “Il Ferroviario” apre il sipario sulla trentunesima stagione di teatro per ragazzi giovedì 1 ottobre (in replica il 2,3,4) sempre alle 18. Il cartellone 2019-2020 che festeggiava i trent’anni della compagnia era stato interrotto lo scorso marzo dal lockdown ma ora “Famiglie a Teatro”, organizzata dalla compagnia La botte e il cilindro, ritorna presentando la prima parte di un cartellone di 11 titoli complessivi proposti nell’arco di 3 mesi.

 L’unica stagione di teatro per ragazzi in Sardegna proporrà 2 nuove produzioni ed ospiterà 4 compagnie sarde. Ogni fine settimana l’appuntamento classico per le famiglie proporrà spettacoli dedicati ai bambini e ai ragazzi dai 3 ai 14 anni. Anche quest’anno per il periodo natalizio è previsto un cartellone ad hoc che in questa edizione sarà dedicato ad un classico sempre amatissimo “Peter Pan”. A breve riprenderanno inoltre al Ferroviario anche i laboratori di teatro dedicati alle varie fasce d’età. La compagnia sassarese è riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, che sostiene le attività de La Botte e il Cilindro assieme alla Regione Sardegna, al Comune di Sassari, alla Fondazione di Sardegna. «Annunciamo questo nuovo cartellone – dice il regista della Botte e il cilindro Pier Paolo Conconi – con grande entusiasmo e fiducia. Per la nostra compagnia rappresenta un passo importante verso quel definitivo ritorno alla normalità che tutti speriamo. Il grande successo della manifestazione dedicata ai più piccoli che abbiamo realizzato all’interno di “Sassari Estate” ci ha permesso nei mesi scorsi di ritrovare il nostro pubblico e capire quanto il teatro ragazzi sia radicato nel tessuto culturale cittadino e atteso dai nostri giovanissimi spettatori. Eccoci qui, siamo tornati».

La compagnia si appresta alla riapertura del Teatro Ferroviario dopo alcune settimane di preparazione durante le quali i locali sono stati sanificati. Sono stati, inoltre, predisposti tutti gli accorgimenti per consentire l’accoglienza del pubblico in massima sicurezza e nel pieno rispetto dei protocolli predisposti dal governo. La storica rassegna “Famiglie a teatro” riparte con una nuova produzione scritta e diretta da Stefano Chessa dal titolo “Galline libere” uno spettacolo che parla di libertà e amicizia ma tocca anche i temi del rispetto per la natura e dei diritti degli animali Le protagoniste sono Malva e Zuzù due galline nate in cattività che vivono in un allevamento in batteria, dentro una gabbia piccola come un foglio di carta A4. Costrette a produrre uova e solo uova, non conoscono minimamente il mondo esterno. Sarà il vecchio gufo Bubo Bubo a guidare le due amiche verso una nuova vita libera e condurle, attraverso una serie di eventi inaspettati e rocambolesche avventure, nella loro nuova casa, la casa delle galline libere dove poter razzolare, fare un bel bagno di polvere, chiocciare, tubare, deporre le uova quando si vuole e far risuonare il proprio ed inconfondibile “coccodè”. Sul palco un cast tutto al femminile composto da: Consuelo Pittalis, Bianca Maria Lay e Margherita Lavosi. I costumi ideati da Luisella Conti sono stati realizzati da Roberta Amadu, Luisella Conti, Barbara Uleri, Maura Sanna e Veronica Addari. Disegno luci Paolo Palitta. Scenotecnica Michele Grandi. Fonica Antonella Masala.

«Spesso, come suggeriva Esopo – dice Stefano Chessa – osservando gli animali si comprende meglio la vita degli umani. L ’avventura delle nostre due galline Malva e Zuzù, può raccontare bene ai bambini il concetto di libertà ma anche il valore delle tante opportunità che ci offre la vita, che tutti possiamo cogliere, se solo lo vogliamo. Lo spettacolo ha una scenografia semplice I costumi realizzati da Luisella Conti sono invece una sfida. Non si tratta di abiti di scena “convenzionali” ma di costumi-pupazzo che le attrici dovranno indossare ed animare. Un gioco nel gioco. Un volto di gallina con grandi occhi e un cervello che pensa, riflette, sogna e porta ad agire. In questo lavoro abbiamo cercato attraverso diversi linguaggi di trasmettere ai più piccoli un messaggio di libertà e amicizia che è legato anche al rispetto dei diritti primari degli animali. Temi forti e attuali che, attraverso una messa in scena giocata tra parola, gesto e movimento, verranno posti con delicatezza e poesia ai piccoli spettatori. Spieghiamo ad esempio che prima di comprare le uova bisogna sempre leggere il codice sul guscio: “0” vuol dire biologico, vuol dire “Galline libere”».

SICUREZZA IN TEATRO E PRENOTAZIONI. All’interno della sala verrà mantenuto il distanziamento tra gli spettatori di circa 2 metri, a parte i congiunti che potranno decidere di stare più vicini. I posti in sala saranno limitati di due terzi. Per questo motivo consigliamo a tutti di prenotare con largo anticipo inviando una mail a bigliettibottecilindro@gmail.com per evitare di dover rinunciare alla visione dello spettacolo.

La biglietteria aprirà nei giorni di spettacolo alle 17. Sarà obbligatorio l’uso della mascherina in entrata, uscita e per qualsiasi spostamento all’interno della sala, una volta seduti si potrà toglierla. Verrà richiesta l’igienizzazione delle mani in entrata ed uscita e ad accogliere il pubblico ci sarà uno staff, dotato di tutti i DPI, che registrerà i nominativi (così come richiesto dalle ordinanze) e accompagnerà il pubblico nei posti a sedere. All’interno della sala verrà mantenuto il distanziamento tra gli spettatori di circa 2 metri, a parte i congiunti che potranno decidere di stare più vicini. I posti in sala saranno limitati di due terzi.

CARNET E BIGLIETTI. Si conferma anche per questa stagione la promozione per i biglietti di ingresso agli spettacoli. Sarà possibile acquistare un Carnet che da diritto a 10 ingressi al costo scontato di € 60,00. Il carnet non è nominativo e occorre ritirare il proprio biglietto il giorno dello spettacolo. Per prenotazioni e informazioni inviare una mail a bigliettibottecilindro@gmail.com. I carnet possono essere acquistati in qualsiasi momento della stagione direttamente in biglietteria i giorni di spettacolo. Il costo dei biglietti è di € 9,00 intero e € 6,00 ridotti.

 

IL CALENDARIO

1, 2, 3, 4 ottobre
GALLINE LIBERE – NUOVA PRODUZIONE
La Botte e il Cilindro (SS) 3-11 anni
Malva e Zuzù sono due galline nate in cattività, l’incontro con il gufo Bubo Bubo cambierà loro la vita. La gabbia crollerà e le galline saranno libere di volare fino alla casa delle “galline libere”. Uno spettacolo che parla di libertà, di amicizia ma anche delle nostre scelte alimentari in tema di uova e il rispetto dei diritti primari degli animali in genere.

10, 11 ottobre
BIANCANEVE MUSICAL
Teatro Instabile (OR) 5-14 anni
Lo spettacolo non vuole rappresentare fedelmente la fiaba di Biancaneve, resa immortale dal cartone animato di Walt Disney, ma vuole “rubare” alla sua genialità colori e suoni, per costruire attraverso l’ironia un gioco teatrale con il gusto del cabaret.

18 ottobre
MITI E LEGGENDE DELLA SARDEGNA
Akroama (CA) 6-12 anni
Un divertente ed appassionante viaggio attraverso miti, leggende e personaggi della Sardegna, per rievocare luoghi, storie, atmosfere e suoni della nostra terra. La formazione di Ichnusa, le Surbiles, le Janas e Is muscas maceddas.

24, 25 ottobre
LE AVVENTURA DI HANSEL E GRETEL
L’ Effimero Meraviglioso 5-13 anni
Due famosi fratellini ingenui e teneri (ma siamo sicuri?), abbandonati nel bosco, ci insegnano che nella vita bisogna tener gli occhi bene aperti e che stando uniti e usando l’ingegno si può risolvere qualsiasi difficoltà.

31 ottobre
LA FANTASTICA STORIA
ASMED (CA) 3-11 anni
LA FANTASTICA STORIA DI GIANNINO E IL GATTO trae ispirazione dalle vicende biografiche del giovane Rodari, e dal suo grande amore per i gatti. Uno spettacolo di teatro e danza nato dall’amore per Rodari.

14, 15 novembre
IL LUPO E L’AGNELLO
La Botte e il Cilindro (SS) 3-14 anni
In questo delicato spettacolo i protagonisti sono gli animali, invece che gli uomini. Le Favole sono quelle di Esopo, rievocate da tre attori in scena che si divertono con oggetti d’uso quotidiano.

21, 22 novembre
CARTACANTASTORIE
La Botte e il Cilindro (SS) 3-8 anni
C’era una volta una bambina che abitava in una casa molto carina. La bambina amava disegnare e quello che disegnava alle volte iniziava a muoversi: un albero, un tavolo, un fiore. Un viaggio tra le melodie che tutti i bambini conoscono.

28, 29 novembre
CONTOS DE FOGHILE
La Botte e il Cilindro (SS) 3-14 anni
Lo spettacolo è nato da una ricerca sui modi e le occasioni della memoria orale in Sardegna, attraverso l’opera di Francesco Enna e il contatto diretto con i “contadores” (narratori) di alcuni centri dell’isola

5, 6 dicembre
PER ANNE FRANK – NUOVA PRODUZIONE
La Botte e il Cilindro (SS) dagli 8 anni
Perché Anne Frank? Chi sei così importante da essere una delle tante anime di Bob Dylan insieme ai Rolling Stones e Indiana Jones? Sei stata obbligata nel nascondiglio senza poterti neanche affacciare alla finestra per quasi due anni per il Nazismo. Chi sei?

12, 13 dicembre
UN PRINCIPE PICCOLO PICCOLO
La Botte e il Cilindro (SS) 3-11 anni
Un enigmatico bambino approda sulla terra dopo un viaggio nello spazio; qui incontra un aviatore perduto nel deserto. Ispirato a “Il piccolo principe” lo spettacolo lascia spazio, più che al testo, alle immagini poetiche che il romanzo suggerisce.

19, 20, 26, 27, 28 dicembre
PETER PAN
La Botte e il Cilindro (SS) 5-14 anni
Un classico per il Natale al Ferroviario: Peter Pan, il bambino che non voleva crescere. Peter, insieme a Wendy, Gianni e Michele, ci farà volare verso la mitica Isola-che-non-c’è per incontrare il crudele e ridicolo Capitan Uncino con la sua sgangherata ciurma, i Bimbi Sperduti e Giglio Tigrato.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: