EvidenzaSassari

Riqualificare il percorso storico della Faradda

Marco Dettori, capogruppo di Futuro Comune in Consiglio comunale a Sassari, ha protocollato una mozione

Faradda03

Sassari. Il capogruppo di Futuro Comune a Palazzo Ducale Marco Dettori ha protocollato una mozione nella quale si chiede alla Giunta comunale di dar seguito a quanto previsto nel Piano di Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. Di questa importante e prestigiosa Lista i Candelieri fanno parte nell’ambito della Rete delle Feste con le grandi macchine a spalla, che oltre alla Faradda comprende quindi Viterbo, Nola e Palmi.

Marco Dettori (Futuro Comune)

«L’inserimento nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità rappresenta per le comunità e le istituzioni una misura non isolata all’interno di un piano di salvaguardia pluriennale concordato tra le varie parti sociali detentrici del patrimonio culturale – scrive Marco Dettori –. La Rete, in partenariato con le principali istituzioni stabilmente coinvolte (Comuni, Mibact, ecc.), ha già dato corso a diversi progetti, finanziati allo scopo di meglio salvaguardare e valorizzare questo inestimabile patrimonio. Tra l’altro, il Comune di Sassari è capofila di un progetto di circa 100 mila euro finanziato dal Mibact. Nello specifico le misure di salvaguardia concordate prevedono l’integrazione dei piani di tutela architettonici, monumentali e di urbanistica con la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale; il finanziamento dei restauri delle emergenze culturali legate allo svolgimento dei cerimoniali; la tutela ordinaria per le emergenze culturali che consentono il regolare svolgersi degli eventi festivi; finanziamenti per riqualificazioni ambientali e dei paesaggi culturali entro cui hanno luogo i cerimoniali religiosi».

«Considerato che anche il regolamento edilizio comunale detta chiare prescrizioni in materia di decoro urbano ed appurato che lungo il percorso storico della Discesa dei Candelieri – che è in sé oggetto di salvaguardia – gran parte delle suddette prescrizioni regolamentari non trova corrispondenza con la realtà (ad esempio insegne “a bandiera” o fuori misura o che non rispettano le prescrizioni di legge; cavi elettrici troppo bassi per un agevole passaggio dei Candelieri, ecc.), entrando quindi in contrasto sia col Piano sia col Regolamento edilizio, chiedo al sindaco ed alla giunta comunale di intervenire per dar seguito agli accordi contenuti nel Piano di Salvaguardia, dando priorità alle emergenze ad oggi riscontrate», conclude Marco Dettori.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: