EvidenzaPolitica

Rigenerazione urbana, Pinna (Pd): «Attendiamo le modifiche alle norme di attuazione del Puc»

L’iter era stato avviato dalla precedente amministrazione di centrosinistra. Interpellanza al sindaco Campus: manca l’approvazione definitiva. Previste misure per il centro storico

Sassari. Le norme tecniche di attuazione del Puc attendono l’approvazione definitiva di alcune modifiche, secondo un iter avviato dalla precedente amministrazione di centrosinistra. Le novità che verrebbero introdotte garantirebbero l’adozione di misure da ricondurre ad un più ampio disegno di rigenerazione urbana a Sassari, e che investirebbero direttamente il tessuto urbanistico e commerciale dell’intera città e in particolare nel centro storico. Lo scorso gennaio il Consiglio comunale aveva adottato in via preliminare la variante al Puc, «ritenuta strategica per qualsiasi ipotesi di immediato rilancio dell’economia cittadina e varo di quelle politiche di rigenerazione urbana attese da cittadini, commercianti, imprenditori e professionisti», ricorda il consigliere del Pd Fabio Pinna, vicesindaco nel passato mandato, che ha presentato un’apposita interpellanza rivolta al sindaco Nanni Campus. «I tempi per la presentazione delle osservazioni sono ampiamente scaduti. Chiedo al primo cittadino di spiegare in aula quale sia il motivo, se esiste, per il quale non si proceda ora con la massima urgenza alla chiusura dell’iter di approvazione definitiva». Ecco il testo dell’interpellanza.

 

1_FabioPinna
Fabio Pinna (Pd)

PREMESSO

Che fin dal 2016 si ritenne strategico ed urgente studiare un organico e ampio progetto di “rigenerazione urbana” del Centro cittadino, affrontando i problemi derivanti dallo spopolamento di questa parte della città (con programmi che potessero incidere sulla residenzialità) e, contemporaneamente, trovare soluzioni per rilanciare il settore del commercio e dei servizi al cittadino e al turista.

Che, per non incorrere nell’errore di varare provvedimenti scollegati fra loro e privi di qualsivoglia visione d’insieme, fin da subito si ritenne indispensabile avviare un aggiornamento del vigente strumento urbanistico introducendo modifiche che fossero in grado di sostenere scelte strategiche capaci di generare uno sviluppo economico-produttivo incisivo nell’attuale quadro di difficile congiuntura economica e di perdurante crisi dell’intero settore delle attività produttive della città;

Che, seguendo questa strategia di fondo, il 18 dicembre 2017 si avviò l’iter di approvazione del Piano Particolareggiato del Centro Storico “Città Murata”, che si concluse con la Delibera del Consiglio Comunale n° 9 del 6 febbraio 2018, fornendo il primo degli strumenti indispensabili per raggiungere gli obiettivi di carattere generale prefissati;

Che in quest’ottica si devono leggere le attività svolte dai diversi settori del Comune che hanno portato a varare il programma ITI – Sassari Storica, il Piano per l’adattamento ai mutamenti climatici, il progetto preliminare per la riqualificazione della Valle del Rosello – Eba Giara, il monitoraggio degli edifici esistenti nel centro storico e degli spazi sociali in esso contenuti;

Che, restando nel quadro della rigenerazione urbana, per favorire la libera affermazione delle capacità imprenditoriali nelle sue variegate tipologie e tenuto conto della moderna dinamicità che il mercato oggi richiede, nel 2018 si ritenne di avviare lo studio di misure di pianificazione duttili, dinamiche e versatili che interagissero con altre misure vigenti, in corso di ammodernamento, o di nuove che abbracciassero il campo della mobilità sostenibile, del commercio di prossimità, del recupero dell’edificato in stato di abbandono;

RITENUTO

necessario nel 2018 di dover adeguare le norme dello strumento urbanistico e più precisamente le Norme Tecniche di Attuazione ed il Piano del Commercio dopo averne monitorato gli effetti sul territorio nei precedenti quattro anni trascorsi dalla sua approvazione, ammodernandoli all’evoluzione della normativa sopravvenuta, intervenendo in chiave semplificatrice su alcune discipline in modo da garantire maggiore flessibilità e fungibilità delle funzioni;

necessario inserire importanti novità, per esempio nell’ “Abaco delle Compatibilità” introducendo innovazioni nei criteri di programmazione urbanistico-commerciale previsti nel PUC per le zone omogenee A (centro città) allargando le maglie per l’insediamento o ampliamento degli Esercizi di Vicinato, permettendo l’insediamento di Medie Strutture di Vendita di alimentari oggi non consentito, ampliando le superfici delle Medie Strutture di Vendita per le attività non alimentari all’interno delle quali poter far coesistere attività di vendita di alimentari con superfici doppie rispetto a quanto oggi ammesso;

CONSIDERATO

Che tutti gli obiettivi fin qui elencati sono raggiungibili con un rinnovato e moderno strumento urbanistico come modificato con la variante oggetto della presente interpellanza, così rispondendo alla duplice esigenza di salvaguardare e valorizzare la diversificazione dell’offerta commerciale nel nostro centro storico oltre che consentire di attivare qualunque azione di recupero e riqualificazione urbana;

DATO ATTO

sinteticamente, che la variante oggetto della presente interpellanza incide in maniera più ampia su tutta la città in ordine:

•        alle categorie urbanisticamente rilevanti e destinazioni d’uso;

•        alla ri-definizione degli interventi edilizi;

•        all’attuazione di taluni interventi edilizi con titolo abilitativo diretto, senza far ricorso alla preventiva formazione di un P.U.A.;

•        alla correzione di alcuni errori presenti nella stesura delle N.T.A. ed alla soppressione di richiami normativi ormai superati ed obsoleti;

•        alla seppur minima disciplina sull’insediamento degli impianti di distribuzione dei carburanti, nelle more della predisposizione di apposita normativa di settore;

•        alla eliminazione della c.d. “S.A.L.” (superficie abitabile lorda);

•        alla ri-definizione delle strutture ricettive, in adeguamento di quanto previsto dalla legge regionale n. 16 del 28.7.2017;

•        alla destinazione commerciale in alcune sottozone “G” in coerenza con la deliberazione della Giunta regionale n. 55/108 del 29.12.2000;

•        al riordino dei c.d. accorpamenti ai fini delle destinazioni d’uso ammissibili;

•        all’integrazione di talune destinazioni d’uso nelle diverse zone territoriali omogenee in adeguamento alla normativa sopravvenuta di cui alla L.R. n. 11/2017;

RILEVATO

Che con Delibera del Consiglio Comunale n° 7 del 15 gennaio 2019 fu approvata a maggioranza la proposta n. 13624 in data 13 dicembre 2018 presentata dall’Assessorato alla Pianificazione Territoriale, così adottando preliminarmente la variante di cui all’oggetto;

Che nei successivi 15gg è stato dato corso al deposito della delibera presso la Segreteria Comunale, pubblicati gli elaborati nel sito web istituzionale e data notizia attraverso Albo Pretorio online del

Comune, nella pagina iniziale del sito web istituzionale e nel B.U.R.A.S.;

Che dalla pubblicazione sul BURAS decorrevano i 60gg previsti per la presentazione di eventuali osservazioni da depositarsi in forma scritta, termini ampiamente scaduti alla data odierna;

Che pertanto si è ora nella fase attiva per mettere il Consiglio Comunale nelle condizioni di accogliere o respingere le eventuali osservazioni pervenute nei tempi stabiliti, quindi concludere l’iter previsto dalle Leggi e Norme vigenti e giungere finalmente all’approvazione definitiva della variante di cui all’oggetto;

CHIEDE

rimarcando che i tempi per la presentazione delle osservazioni sono ampiamente scaduti, al Sindaco di riferire in aula quale sia il motivo, se esiste, per il quale non si proceda ora con la massima urgenza alla chiusura dell’iter di approvazione definitiva di questa variante urbanistica, ritenuta strategica per qualsiasi ipotesi di immediato rilancio dell’economia cittadina e varo di quelle politiche di rigenerazione urbana attese da cittadini, commercianti, imprenditori e professionisti.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: