EvidenzaSport

Progetto sardo su sport e disabilità premiato dalla Fondazione Vodafone Italia

Si chiama E.I.!-L’Equitazione per l’Inclusione Sportiva ed è stato presentato dall’Endas Comitato Regionale Sardegna

Sassari. Il progetto E.I.!-L’Equitazione per l’Inclusione Sportiva, presentato dall’Endas Comitato Regionale Sardegna ha ricevuto un ambito e prestigioso premio a livello nazionale, si tratta del bando OSO-Ogni Sport Oltre, promosso dalla Fondazione Vodafone Italia. Un’ambiziosa iniziativa che sta coinvolgendo cinque regioni: Sardegna, Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Veneto, con lo scopo di promuovere la diffusione dell’equitazione tra i bambini e ragazzi con disabilità fisica sensoriale ed intellettiva-relazionale. Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di attività sportive in centri equestri d’eccellenza, formando nuovi educatori sportivi e tecnici con metodologie didattiche innovative. Si vuole puntare su un modello di sport che non ha solo una funzione compensativa e dispensativa, ma si caratterizza per la forte valenza cognitiva e motivazionale.

Quando si parla di disabilità e sport, ci si imbatte spesso nel campo dei diritti negati: un allarme che in Italia coinvolge oltre 2 milioni di persone, che vivono estromesse da ogni opportunità di pratica sportiva e motoria.

Eppure lo sport, nella sua funzione educativa e salutistica è riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale di bambini e ragazzi.

E.I.! è stato finanziato dalla Vodafone Italia, ma anche da attivi donatori e appassionati sostenitori, attraverso il crowdfunding, un sistema di finanziamento alternativo, che negli ultimi anni è notevolmente incrementato, registrando un alto ricorso da parte degli Enti del Terzo Settore.

«Incentivare la partecipazione sportiva delle persone disabili e promuovere le pari opportunità, è un obiettivo di missione dell’Endas Sardegna – dice Andrea Perrone, presidente regionale dell’Endas Sardegna – puntando alla realizzazione di progetti che mirino dritto all’inclusione sociale».

Il prossimo appuntamento è fissato per Settembre, quando le cinque Associazioni sportive coinvolte nella batteria di attività, saranno coinvolte in un workshop nazionale per lo scambio di buone pratiche sul tema dello sport e della disabilità.

Tags

Articoli collegati

Vedi anche
Close
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: