Cultura

Poetry Slam Sardegna, Ignazio Chessa vince la finale sarda

L’attore e poeta algherese conquista le finali italiane di Genova, che si terranno a giugno durante il prestigioso Festival Internazionale di Poesia Parole Spalancate

 

 

PoetrySlam2016Finale1
Ignazio Chessa proclamato vincitore (foto Salvatore Palitta)

Sassari. È l’attore e poeta Ignazio Chessa da Alghero a vincere la terza edizione della Finale Poetry Slam Sardegna disputata sabato scorso 30 aprile al Circolo Culturale “True Colors”, che avrà l’onore di rappresentare l’isola alle Finali Nazionali organizzate dalla L.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam), che si terranno a giugno durante il prestigioso Festival Internazionale di Poesia Parole Spalancate di Genova. Con lui andrà anche la seconda classificata Roberta Cucciari da Sassari, grazie ai 18 poetry slam organizzati in tutta l’isola nella stagione 2015/2016 che ne fanno il terzo coordinamento assoluto in Italia per numero di slam fatti dopo Lombardia e Piemonte, e permetteranno l’accesso alle finali nazionali a due rappresentanti regionali. Il terzo posto va all’attrice cagliaritana Francesca Falchi che ha portato sul palco dei testi dedicati a discussi casi di cronaca come quelli di Fortuna Lofreddo, Federico Aldrovandi, Stefano Cucchi e Giuseppe Uva. Il Premio della Critica invece è stato assegnato al sassarese Cristiano Mattei, protagonista di una straordinaria performance con un testo sul disagio giovanile sassarese.

PoetrySlam2016Finale2A decretare il vincitore è stata, secondo la regola del Poetry Slam, la giuria popolare estratta a sorte tra il numeroso pubblico presente, che ha valutato le singole performance di tre minuti, con solo voce e corpo a dare anima ai testi scritti di proprio pugno dai singoli performer, senza limiti di tema, forma e lingua. Gli altri contendenti in gara erano, in ordine di classifica finale: Cristiano Mattei, Joan Oliva, Helel Fiori, Roberto Demontis, Federico Pinna, Andrea Doro, Luana Farina, Noel Griffin, Alessandro Doro, Maria Gavina Fadda, Bastiano Pugioni, Sara Giglio, Marco Perantoni e Valerio Camera.

Ignazio Chessa aveva già partecipato alle finali nazionali a Monza nel 2014 e ad Ancona nel 2015, ma adesso, dopo il secondo posto nella finale di Ozieri dell’anno scorso (vinta da Luana Farina) e il quinto posto nella finale del 2014 (vinta da Lalla Careddu), si aggiudica il primo posto assoluto davanti ad un numeroso ed entusiasta pubblico che ha seguito, dall’inizio alla fine, la strepitosa sfida a suon di versi fra le 18 migliori voci e penne del territorio classificatesi al primo posto nei poetry slam sardi.

A condurre la serata lo specialista Sergio Garau, coordinatore regionale e una tra le personalità più attive e riconosciute in questo campo a livello europeo come poeta e come organizzatore. Ad assisterlo il notaio di gara, Giovanni Salis, segretario regionale L.I.P.S. e promotore di numerosi eventi di matrice culturale e sociale sul territorio sardo. Oltre alla gara, la serata ha vissuto diversi momenti emozionanti con alcuni ospiti speciali: il trio hip-hop-beatbox formato da Mario, Giulia e Marw; il duo Nico Casu e Ester Formosa che, accompagnato dalla base beatbox di Marw, ha regalato ai presenti una originale e sorprendente performance a cappella; la vincitrice del primo Poetry Slam Studenti di Sardegna Alessia Bardi (Alex) che, con Luca Piras (Scriptaz) dell’Istituto Alberghiero di Sassari, sarà finalista al primo Campionato Italiano LIPStudenti di Monza.

L’evento, ripreso e trasmesso in diretta da TeleSassari che realizzerà uno speciale televisivo in onda nei prossimi giorni, è stato organizzato dalla sezione sarda della L.I.P.S., in collaborazione con l’associazione Music&Movie, e con il contributo dei partner: Antas rivista musica e cultura sarda, Travel Motus agenzia di viaggi, Copiosa centro stampa digitale e Igienica Sassarese. Alle musiche e stacchetti fra un’esibizione e l’altra il dj Antonio. Il logo dei Giganti di Mont’e Prama slammer e la grafica è ad opera di Angelo Saccu.

Subito dopo la finale regionale sarda, il 1° maggio a Porto Torres si è tenuta la prima sfida della nuova stagione 2016/2017, all’interno del “1 MAJU Posthudorra” organizzato dall’associazione culturale Heliogabalus al parco di San Gavino. La sfida, vinta da Sara Giglio da Oristano davanti ad Alessandro Doro da Sassari, Frankie Fancello da Porto Torres e Andrea Doro da Sorso, è stata presentata e animata dal campione in carica Ignazio Chessa, ha visto la partecipazione come ospite speciale dello scrittore Andrea Atzoni e ha aperto il concerto che ha visto esibirsi sul palco AREA open project trio, Cesare Basile e i Caminanti, Paolo Angeli, Munbin Dunen, Piero Marras, Cordas et Cannas, Vincenzo Costantino Cinaski, Alberto Sanna, Agonera e Ergobeat.

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: