EvidenzaSpettacoli

Per la prima volta in Sardegna l’integrale delle Fantasie per organo di Max Reger

Il 5 e il 6 giugno nella Basilica del Sacro Cuore a Sassari la XVIII Rassegna Internazionale Organistica propone un vero e proprio evento musicale

LocandinaMaxRegerSassari. Prosegue il 5 e il 6 giugno nella Basilica del Sacro Cuore a Sassari la XVIII Rassegna Internazionale Organistica, inserita nel più ampio cartellone del Festival del Mediterraneo 2018, organizzato e promosso dall’Associazione Culturale Arte in Musica, con il contributo e il patrocinio della Regione Sardegna (assessorato alla Cultura e Presidenza del Consiglio), delle Fondazioni “di Sardegna” e “Meta” affiancate dai comuni di Sassari, Alghero, Orosei, Irgoli e Nulvi che hanno aderito al progetto. Al Festival del Mediterraneo partecipano anche le diocesi di Sassari, Alghero-Bosa e Tempio-Ampurias e altre associazioni culturali e musicali. Inoltre, la Rassegna Internazionale Organistica, che vede il maestro Ugo Spano nel ruolo di coordinatore artistico, quest’anno è gemellata con il Festival “Helaey Willan”, manifestazione organizzata a Chicago e che comprende concerti in tutto il mondo inseriti in un unico cartellone.

Martedì 5 e mercoledì 6 giugno, con inizio in entrambi i casi alle 20,30, per la prima volta in Sardegna, in collaborazione con il Conservatorio di Sassari, sarà eseguita l’integrale delle Fantasie per organo di Max Reger. Saranno in totale otto i musicisti coinvolti, gli allievi di triennio e biennio della classe di organo del Conservatorio “Luigi Canepa (Leandro Cossu, Stefano Melis, Elena Puliga, Fabio Frigato, Piergiovanni Domenighini, Giulio Gelsomino) e i due docenti della materia, i professori Adriano Falcioni e Ugo Spanu.

Un progetto impegnativo, interamente dedicato al compositore tedesco Max Reger (1873-1916), di cui, come detto, verranno eseguite tutte le Fantasie su corale e le Fantasie e Fuga. Una prima assoluta per l’Isola, un evento musicale di alto livello, un “unicum” per l’Italia di un’esecuzione rara e complessa. Reger è unanimemente considerato il più grande compositore di origine germanica di opere per organo dopo Johann Sebastian Bach.

 

Questo il programma delle due serate:

Primo Concerto – martedì 5 giugno, ore 20,30 – Basilica del Sacro Cuore, Sassari

Fantasie und Fuge c-Moll Op 29 (Leandro Cossu); Fantasie und Fuge d-Moll op. 135b (Giulio Gelsomino); Straf’ mich nicht in deinem Zorn Op 40 n 2 (Ugo Spanu); Fantasie und Fuge über BACH Op 46 (Ugo Spanu); Phantasie chromatique und fugue BWV 903 – trascrizione di Max Reger da J.S.Bach (Adriano Falcioni); Choralfantasie über ‘Wachet auf, Ruft uns die stimme’ Op 52 n 2 (Adriano Falcioni).

 

Secondo concerto – mercoledì 6 giugno, ore 20,30 – Basilica del Sacro Cuore, Sassari

Fantasie über ‘Te Deum laudamus’ Op 7 (Stefano Melis); Choralfantasie über ‘Freu dich sehr, o meine Seele’ Op 30 (Elena Puliga); Choralfantasie über ‘Ein feste Burg ist unser Gott’ op. 27 (Giulio Gelsomino); Choralfantasie über ‘Wie schön leucht’ uns der Morgenstern’ Op 40 n 1 (Piergiovanni Domenighini); Choralfantasie über ‘Alle Menschen müssen sterben’ Op 52 n 1 (Piergiovanni Domenighini); Choralfantasie über ‘Halleluja! Gott zu loben bleibe meine Seelenfreud’ Op 52 n 3 (Fabio Frigato); Symphonische Fantasie und Fuge Op 57 (Fabio Frigato).

 

L’ingresso ai concerti è gratuito.

Il Festival del Mediterraneo 2018, con la direzione artistica del maestro Antonello Mura, comprende tre eventi: la XVIII Rassegna internazionale organistica, con sedici concerti in diversi centri dell’Isola, il VII Master di alto perfezionamento per strumenti a fiato “Riviera del corallo”, con otto concerti, in programma ad Alghero, dal 18 al 27 agosto, e le conferenze-concerto inserite nel progetto “El senyal del Judici” previste, ancora ad Alghero, nella fase finale del Festival.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: