EvidenzaSassari

Pensionati, firmato un accordo tra Comune e sindacati

Previste la rimodulazione dell’imposta Tari per la prima casa in funzione del reddito familiare e l’istituzione della Consulta degli anziani

Sassari. Avviare un sistema integrato di servizi rivolto alla popolazione anziana: è l’obiettivo dell’accordo firmato nei giorni scorsi a Palazzo Ducale dall’amministrazione comunale e dalle OO.SS. dei Pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp.

L’accordo prevede la rimodulazione dell’imposta Tari per la prima casa in funzione del reddito familiare, con esenzione dell’importo per i redditi fino a 3 mila euro di Isee e nessun aumento per il 2019, la destinazione di una parte congrua di risorse, derivanti dal recupero dall’evasione fiscale, per interventi finalizzati ai servizi sociali. Punta all’attivazione di un tavolo di confronto tra il Comune e le OO.SS. dei Pensionati, al quale invitare i responsabili dei servizi sanitari territoriali, al fine di migliorare le condizioni di accesso ai servizi stessi. Prevede l’istituzione, entro tre mesi dalla sottoscrizione dell’accordo, della “Consulta degli anziani” e il coinvolgimento delle OO.SS. nella fase di elaborazione del Documento Unico di Programmazione (DUP), al fine di contribuire alla definizione delle linee strategiche e delle previsioni finanziarie.

Hanno sottoscritto l’accordo il sindaco di Sassari Nicola Sanna e i segretari generali delle OO.SS. dei Pensionati, Francesca Nurra, Francesco Casu, Pierluigi Ledda, Vanna Spanu, Giuseppe Macioccu e Leonardo Derosi.

«Un documento che nasce dall’esigenza di operare scelte omogenee e condivise, volte alla tutela di una fascia debole della popolazione – commenta il sindaco Nicola Sanna –. L’accordo siglato permetterà una fattiva collaborazione tra i vari attori sociali del territorio, per la definizione di linee strategiche compatibili con le previsioni finanziarie».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: