EvidenzaSassari

Parte la riqualificazione dell’ex carcere di San Sebastiano

Prima seduta della nuova Giunta comunale sassarese. Approvati i progetti sulle case popolari. Rossella Porcheddu nominata portavoce del sindaco

carcereSassari. La nuova Giunta comunale sassarese, insediata martedì 25 luglio, ha già varato le prime delibere. Al via la modifica della destinazione d’uso del ex carcere di San Sebastiano, con la presentazione della bozza di delibera consiliare presentata dal neoassessore all’Urbanistica, Alessandro Boiano, sarà ora possibile presentare il progetto il riqualificazione e riconversione dell’ex carcere di San Sebastiano, chiuso dal 2013, a cura dell’Agenzia del Demanio dello Stato. L’edificio ottocentesco, che si estende per circa 18 mila metri quadrati, sarà riconvertito in cittadella giudiziaria. Come previsto nel maggio del 2016, dunque, parte la progettazione di fattibilità che andrà avanti fino al 2018, con chiusura dei lavori presumibilmente nel 2020. La struttura ospiterà le sedi degli uffici giudiziari di Sassari, Corte d’Appello, giudice di pace, Procura della Repubblica, Procura generale e Tribunale di Sorveglianza. Per il progetto sono impiegati fondi statali per 12 milioni di euro.

Approvati gli interventi urgenti di manutenzione in alcuni edifici Erp. Saranno realizzati i lavori complementari sugli alloggi popolari di via Flumenargia, dove era stata disposta nel 2016 la costruzione di una palazzina di circa 1750 metri quadrati, con 25 alloggi distribuiti su quattro piani. Il finanziamento di 3 milioni di euro disposto dalla Regione, prevedeva anche l’efficientamento energetico dell’edificio, che è dotato di impianti fotovoltaici. Gli alloggi saranno consegnati alle famiglie nel 2018.

OttavioSanna3
L’assessore Ottavio Sanna

Sono stati deliberati, inoltre, gli interventi di manutenzione straordinaria in due importanti lotti cittadini, uno nel quartiere di Monte Rosello, e l’altro nel quartiere di Santa Maria di Pisa. Si procederà alla riqualificazione di tetti, terrazzi e intonaci delle palazzine ubicate nelle vie Ossi, Tissi, Usini e Osilo, tutte al Monte. Avviata anche la manutenzione straordinaria del fabbricato di via Donizetti, ai numeri 39, 41 e 43. Gli interventi rientrano all’interno di un progetto finanziato dalla Regione per 1,5 milioni di euro.

«I 25 alloggi di via Flumenargia saranno consegnati alla città e alle famiglie nel 2018 – ha commentato Ottavio Sanna, assessore comunale alle Politiche abitative –. Inoltre, dopo oltre vent’anni si trovano finalmente risposte alla manutenzione della palazzina di via Donizetti».

Assegnato, infine, l’incarico di portavoce del sindaco. Nominata Rossella Porcheddu, 39 anni, iscritta all’Ordine dei giornalisti della Sardegna dal 2011. Si è laureata in Lettere all’Università di Sassari e specializzata in Critica Giornalistica dello Spettacolo presso l’Accademia d’arte drammatica Silvio d’Amico di Roma. Negli ultimi dieci anni ha vissuto tra Reggio Emilia, dove lavorava nella redazione del settimanale Reporter, e Roma, dove ha collaborato – tra gli altri – con Repubblica Roma, Internazionale, i Quaderni del Teatro di Roma, Teatro e Critica e Letterate Magazine. Si è occupata di progetti di formazione e comunicazione in ambito culturale presso festival internazionali. Ha maturato un’esperienza in Rai nella redazione di Report, e, sul territorio, è nota come addetta stampa del Museo della Tonnara di Stintino.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: