EvidenzaSassari

Panu (Italia in Comune): vincente la scelta di consentire l’occupazione di suolo pubblico

Depositata mozione con la quale si chiede che la deroga introdotta con ordinanza sindacale del 22 maggio scorso sia inclusa nel nuovo “regolamento per l’occupazione del suolo pubblico”

Dehors sui marciapiedi di via Roma

Sassari. Continuare a consentire l’occupazione di suolo pubblico con dehors e altre attrezzature temporanee e amovibili sui parcheggi pubblici destinati alle auto, valutando la possibilità di dare l’indirizzo agli uffici competenti di trasferire i contenuti dell’ordinanza n. 39 del 22 maggio scorso nel nuovo “regolamento per l’occupazione del suolo pubblico”. È la richiesta di Lello Panu (Italia in Comune) che ha protocollato una mozione che verrà presto discussa in Consiglio comunale. Ecco il testo della mozione:

 

Premesso che
Con ordinanza sindacale numero 88 del 17/10/2019 era stato ritenuto opportuno, nelle more della modifica del Regolamento per l’occupazione del suolo pubblico con dehors e altre attrezzature temporanee e amovibili, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 31 del 15/05/2018, vietare l’occupazione di suolo pubblico sui parcheggi pubblici destinati alle auto e autorizzare l’occupazione solo su marciapiedi, piazze, slarghi o aree assimilabili pedonali e fino alla data del 31 dicembre 2019,

Lello Panu

tenuto conto che
Con ordinanza numero 39 del 22/05/2020 è stato ritenuto opportuno, per il periodo emergenziale dovuto al Covid-19 e comunque fino al 31 ottobre 2020, derogare al Regolamento per l’occupazione del suolo pubblico, al fine di garantire un efficace distanziamento sociale di almeno un metro tra le persone, per contenere la diffusione del virus e per consentire la ripresa delle attività economiche che maggiormente sono state colpite dai provvedimenti restrittivi emessi a seguito dell’emergenza epidemiologica,

considerato che
in particolare, in aderenza alle disposizioni del Governo, è stato disposto in via straordinaria per il periodo emergenziale l’aumento dei limiti di superficie di occupazione del suolo pubblico e lo snellimento delle procedure per il rilascio delle concessioni

considerato che
evidentemente, salvo un ulteriore intervento da parte dello Stato non sarà possibile dopo il 31/10/2020 non riscuotere la tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche,

tenuto conto che
l’operazione di concedere ulteriore suolo pubblico si è dimostrata vincente, infatti, oltre che consentire un migliore distanziamento e sostenere le attività più colpite dagli effetti della pandemia, ha decisamente cambiato il volto delle vie cittadine e migliorato la vivibilità della nostra città,

vista
la sensibilità dimostrata da codesta amministrazione nei confronti delle attività commerciali, nonché la consapevolezza da parte di tutti che ci dovremo abituare ad uno stile di vita differente e una maggiore attenzione andrà riservata alla fruizione degli spazi all’aperto,

considerato che
i pubblici esercizi potrebbero essere disposti a pagare per tutto l’anno e per i prossimi anni il suolo pubblico aggiuntivo che hanno a disposizione per il momento fino al mese di ottobre 2020

Tutto ciò premesso e considerato
Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e l’Assessore competente a prendere in considerazione la possibilità di dare l’indirizzo agli uffici competenti di trasferire i contenuti dell’ordinanza numero 39 del 22/05/2020 nel nuovo “regolamento per l’occupazione del suolo pubblico” che si auspica venga portato a breve in aula, stralciando evidentemente la parte che riguarda l’esenzione dal pagamento e il divieto di nuova occupazione con dehors sui parcheggi.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: