Sassari

A Palazzo Ducale ricordata la Liberazione

Sono passati 71 anni dal 25 aprile del 1945. Consegnate le “medaglie della Liberazione” ai due partigiani Antonio Costanzo e Domenico Salvador

 

 

Liberazione04Sassari. E anche quest’anno il cortile interno di Palazzo Ducale ha ospitato la solenne cerimonia che ha ricordato la Liberazione dal nazifascismo avvenuta il 25 aprile del 1945. Sono passati 71 anni e le emozioni e l’importanza della commemorazione sono ancora vive. L’inno italiano ha aperto manifestazione che quest’anno portava una novità: la consegna delle “medaglie della Liberazione” a due partigiani che tra il 1943 e il 1945 hanno combattuto contro i fascisti e i nazisti che occupavano l’Italia. È stato il sindaco Nicola Sanna, all’esterno del palazzo comunale e assieme alle numerose autorità, ad accogliere i cittadini che, accompagnati dalla banda musicale “Giuseppe Verdi”, hanno sfilato in corteo con le associazioni e i gruppi combattentistici e d’arma da piazza Mazzotti sino alla piazza del Comune.

Liberazione07
La consegna della Medaglia della Liberazione ai partigiani Antonio Costanzo e Domenico Salvador

Nel cortile il primo cittadino, l’amministratore straordinario della Provincia Guido Sechi e il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau hanno deposto le corone commemorative ai piedi della lapide celebrativa del “25 Aprile”, accompagnati dalle note del “Silenzio”.

La novità di quest’anno è stato appunto il conferimento della “Medaglia della Liberazione”. Il prefetto Pietro Giardina ha consegnato le onorificenze ai partigiani Antonio Costanzo e Domenico Salvador, saliti sul palco accompagnati rispettivamente dal sindaco di Sassari Nicola Sanna e da quello di Olmedo Marcello Diez.

Liberazione22Dopo il discorso del presidente regionale dell’Anpi Piero Cossu, a intervenire sono stati gli studenti che quest’anno hanno partecipato al “Viaggio della Memoria”, promosso dall’Arci: Fabio Cuccu dell’Istituto Tecnico Geometri “G. M. Devilla”, Ilaria Cuccu del Liceo Scientifico “G. Marconi” e Mohammad Faizan Khalid dell’Istituto Tecnico Industriale “G. M. Angioy”.

Sono poi intervenuti per i discorsi ufficiali il sindaco Nicola Sanna, il commissario della Provincia Guido Sechi, il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau e l’assessora regionale della Pubblica istruzione Claudia Firino.

Il discorso del sindaco di Sassari Nicola Sanna

Il discorso del prefetto Pietro Giardina

Il discorso del presidente Gianfranco Ganau

Il discorso dell’amministratore straordinario della Provincia Guido Sechi

L’intervento dell’assessora regionale Claudia Firino (in serata online)

I discorsi dei tre ragazzi Fabio Cuccu, Ilaria Cuccu e Mohammad Faizan Khalid

Alla cerimonia, che si è chiusa con “Bella ciao” cantata da tutti i presenti, hanno partecipato anche il questore Pasquale Errico, il comandante provinciale dei Carabinieri colonnello Giovanni Adamo, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Mario Falbo, il comandante della Compagnia della Guardia di finanza Giovanni Lupi, il comandante del reparto supporto logistico della Brigata Sassari il tenente colonnello Massimo D’Ascanio, il prorettore dell’Università Luca Deidda, oltre al deputato Giovanna Sanna, consiglieri regionali, assessori e consiglieri comunali e tanti volti noti delle Istituzioni di oggi e del recente passato. Sono intervenute inoltre, tra le altre, le delegazioni dell’associazione Brigata Sassari, dell’associazione nazionale alpini, dell’associazione nazionale paracadutisti e dell’associazione nazionale bersaglieri. E tanti cittadini che sentono come ancora vivi e attuali i principi della Liberazione dall’oppressione nazista e fascista.

 

Galleria fotografica

 

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: