EvidenzaSassari

Ospedale Civile di Sassari, al via il Programma Digital Healthcare

Esposito (Epm) e Tarana (Multiservice): «Sono state assorbite tutte le trecento unità che lavoravano per l’azienda uscente»

Sassari. Innovazione, tecnologia e centralità del paziente nel modello di assistenza Ospedaliera: nasce con questo approccio il programma “Digital Healthcare” realizzato da Epm e Multiservice operativo dal 1° marzo all’Ospedale Civile Santissima Annunziata di Sassari. Il programma prevede che tutto il servizio di assistenza ai pazienti venga mappato in tempo reale e che avvenga il monitoraggio costante delle attività svolte e delle eventuali criticità in ogni singola unità operativa. Epm e Multiservice operano dal 2018 nel polo ospedaliero con i servizi di pulizia e sanificazione.

«Parte dall’Ospedale di Sassari – dichiarano il consigliere delegato di Epm Carmine Esposito e l’ad di Multiservice Mauro Tarana – il programma “Digital Healthcare”: la nuova soluzione per gli Ospedali che raccoglie le buone prassi per il settore. Siamo orgogliosi di aver assorbito nel nuovo servizio tutte le trecento unità che lavoravano per l’azienda uscente. Abbiamo anche migliorato le condizioni economiche e contrattuali di tutti i lavoratori rispetto al contratto precedente».

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria per il Covid-19 Epm e Multiservice hanno lanciato il programma ZeroVirus per azzerare o ridurre al minimo i rischi di contagio con soluzioni legate alla sanificazione degli ambienti, procedure create su misura per le strutture e utilizzo della nanotecnologia.

Le due realtà sono tra i leader del settore in Italia. EPM fa parte di un gruppo imprenditoriale che conta oltre 2000 dipendenti in Italia, con un fatturato complessivo superiore ai 100 milioni di euro. Realtà leader nel settore del facility ed energy management, EPM è stata tra le prime trenta imprese ad entrare in Elite, il programma internazionale di Borsa Italiana per agevolare le aziende nella realizzazione dei loro progetti di crescita e nell’accesso ai capitali.

Più di mille dei dipendenti di EPM sono stati in prima linea negli ospedali italiani nella lotta contro il Covid-19, occupandosi, tra le tante e diversificate attività, di sanificazione, pulizia, servizi sociosanitari, raccolta rifiuti, lavaggio industriale. L’azienda è certificata Emas (Eco-Management and Audit Scheme), il sistema comunitario di ecogestione e audit a cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche che private, con sedi Ue o extra Ue, impegnate a monitorare e migliorare la propria efficienza ambientale.

Multiservice è una cooperativa di Parma, è leader nel settore dei servizi ospedalieri con circa 3000 dipendenti ed un volume di affari di circa 60 milioni di euro. L’azienda è impegnata nel sociale ed è attenta al Welfare aziendale per i propri dipendenti e soci. Tra le certificazioni ha la Sa 8.000: lo standard accreditato per le organizzazioni che intendono distinguersi per il loro impegno nello sviluppo sostenibile, con particolare attenzione alle tematiche sociali.

«Per gli ospedali la tutela della salute del personale e degli utenti – concludono Esposito e Tarana – è sempre stata una priorità ed oggi lo è ancora di più. La pandemia ha reso molto più diffusa la consapevolezza che dietro alla parola sanificazione c’è tutta una filiera nella quale non sono ammesse improvvisazioni e superficialità. Ogni ospedale, ogni ambiente ha fattori di rischio diversi e i nostri tecnici identificano per ciascuna situazione la modalità giusta per risolvere le criticità».

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: