Sassari

Orrù: i militari della Brigata Sassari nel centro storico di Sassari

Secondo il consigliere regionale del gruppo sardista «la situazione dell’ordine pubblico sta degenerando» a causa della «presenza di un numero sempre più alto di stranieri che stentano ad integrarsi»

 

 

BrigataCerimoniaRientroAfghanistan9Sassari. La situazione dell’ordine pubblico nel centro storico di Sassari sta degenerando e la presenza di un numero sempre più alto di stranieri che stentano ad integrarsi aggrava il contesto. I casi più recenti che vedono stranieri protagonisti di episodi di microcriminalità sono soltanto gli ultimi di una lunga serie: i residenti che abitano nel centro storico non sono più sicuri». È quanto rimarca il consigliere regionale del gruppo sardista Marcello Orrù. «Richiamo l’attenzione delle istituzioni sul centro storico di Sassari: la paralisi economica, con i piccoli negozi che non riescono a sopravivere e che avrebbero meritato ben altra attenzione, l’enorme problema legato all’occupazione con file lunghissime di padri e madri di famiglia che sono costretti a chiedere assistenza alla Caritas, le tante famiglie sassaresi senza abitazione, un problema enorme che si è pensato di affrontare privilegiando gli stranieri nelle graduatorie per l’assegnazione delle case popolari, grossi problemi di ordine pubblico e sicurezza in una città che ogni giorno assiste a episodi di vandalismo e microcriminalità, la gestione fallimentare dei fenomeni legati all’immigrazione con la città letteralmente invasa da persongaggi che non sanno cosa fare e dove andare e trascorrono le loro giornate per le strade creando situazioni spiacevoli e disagi per i cittadini».

MarcelloOrru
Marcello Orrù

«Esiste un problema sicurezza centro storico e la politica ha il dovere morale di trovare soluzioni: propongo di utilizzare militari della Brigata Sassari a tutela e protezione dei cittadini, l’esercito nelle vie del centro storico costituirebbe senz’altro una risposta concreta e immediata ai tanti sassaresi che ormai hanno paura di uscire di casa a certe ore della giornata», conclude Orrù.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: