canale12EvidenzaSassari

Nuovo arcivescovo, il 1 ottobre l’insediamento di monsignor Saba

Illustrato il programma nel dettaglio con i vari appuntamenti. Alle 16,15 incontro pubblico con i giovani in piazza d’Italia. Dalle 17,30 la cerimonia al Duomo di San Nicola

PresInsediamentoSabaSassari. Un grande avvenimento per la chiesa sassarese. Monsignor Gian Franco Saba il prossimo 1 ottobre si insedierà alla guida della diocesi turritana, accolto dai fedeli potranno partecipare ad una serie di appuntamenti e incontri che scandiranno la giornata. Mercoledì mattina nella sala Isgrò dell’Episcopio il programma è stato illustrato alla stampa dal vicario generale monsignor Mario Simula, affiancato da don Dino Pittalis, parroco del duomo, e da don Pierangelo Muroni, liturgista diocesano.

Intorno alle 16 monsignor Saba arriverà alla Basilica di Saccargia e subito dopo andrà al santuario della Madonna delle Grazie per un momento di preghiera. Due visite in forma strettamente privata. Sarà invece rivolto ai giovani il raduno previsto per le 16,15 in piazza d’Italia, che comprenderà un saluto del sindaco Nicola Sanna e un messaggio dell’arcivescovo eletto. Alle 17 partirà il corteo diretto verso la chiesa di San Giacomo, dove tutti i concelebranti potranno prepararsi alla cerimonia di insediamento, che prenderà avvio alle 17,30 a San Nicola. Sarà l’amministratore apostolico padre Paolo Atzei, vescovo uscente, a dare il benvenuto al suo successore. Seguirà la lettura della lettera di nomina di Papa Francesco e poi il rito di presa di possesso della cattedra. Con la mitra e il pastorale monsignor Saba riceverà quindi l’omaggio del clero, dei rappresentanti degli ordini religiosi e del laicato, oltre al saluto di due migranti cattolici. Tutte le fasi dell’insediamento e della celebrazione liturgica saranno curate dall’Ufficio diocesano della comunicazione e saranno seguite da Canale 12, che dalle 16 trasmetterà in diretta l’evento, che sarà rilanciato anche da Nova Tv e dalla pagina sociale del giornale della curia “Libertà”. Troveranno spazio in cattedrale, in piazza Duomo, nella chiesa di Santa Caterina e nella piazza di fronte circa duemila persone, a cui sarà consentito l’accesso solo con un pass che verrà consegnato all’ingresso. Predisposti anche tre maxischermi. In totale si prevede un afflusso di circa 6-7 mila persone.

GianFrancoSabaMonsignor Gian Franco Saba è nato a Olbia nel 1968 ed al momento della nomina a vescovo da parte di papa Francesco, lo scorso giugno, era parroco di Sant’Antonio di Gallura. È stato ordinato sacerdote nel 1993 dall’allora vescovo di Tempio, padre Paolo Atzei, mentre a crearlo diacono fu il predecessore monsignor Pietro Meloni. Ha compiuto gli studi presso la Facoltà teologica della Sardegna e ha poi proseguito l’iter accademico all’Istituto Patristico Augustinianum di Roma fino al dottorato in Scienze Patristiche. Monsignor Saba ha dedicato studi e pubblicazioni a San Giovanni Crisostomo, dottore della Chiesa. Il nuovo arcivescovo di Sassari è stato ordinato la settimana scorsa a Olbia, con una cerimonia solenne che ha visto la partecipazione di migliaia di fedeli, di una rappresentanza delle altre religioni, tra cui i musulmani, e dei presuli sardi, tra cui Sebastiano Sanguineti, vescovo di Tempio, Arrigo Miglio arcivescovo di Cagliari presidente della Cei e padre Paolo Atzei, arcivescovo uscente di Sassari.

 

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: