EvidenzaSpettacoli

Nulvi, concerto per l’Assunta

Il 18 agosto alle 20,30 sesto appuntamento della XVII Rassegna internazionale organistica, con Elena Puliga, Giulio Gelsomino e il Coro di Nulvi

GiulioGelsomino
Giulio Gelsomino

Sassari. Non si ferma l’attività dell’associazione “Arte in Musica” costantemente impegnata nell’organizzazione degli eventi compresi nel ricco cartellone del Festival del Mediterraneo 2017. Una manifestazione di grande spessore artistico che fino al prossimo autunno presenta una serie di concerti con l’intento di promuovere la cultura musicale intesa come elemento culturale attraverso la realizzazione di iniziative concertistiche e di studio in cui musicisti di fama nazionale e internazionale si alternano per offrire al pubblico emozioni e spettacolo.

È il caso del prossimo appuntamento in programma a Nulvi nella chiesa di Santa Maria Assunta, una serata in cui due giovani e talentuosi musicisti, Elena Puliga e Giulio Gelsomino, offriranno al pubblico di appassionati, nella bella cornice della chiesa di Nulvi, a qualche giorno dalla ricorrenza, un concerto dedicato proprio all’Assunta. A seguire, non poteva certo mancare il Coro di Nulvi che eseguirà brani scelti del proprio repertorio che comprende diversi pezzi della tradizione canora sarda.

ElenaPuliga
Elena Puliga

La serata spazierà da Gabrieli a Frescobaldi, da Telemann a Stanley e, ancora, Valente, Zipoli, Sweelink e Bruna, nomi noti e cari al pubblico di appassionati di questo genere particolare che conta un gran numero di cultori. La kermesse nulvese, che si annuncia particolarmente ricca, vedrà protagonisti Elena Puliga e Giulio Gelsomino che sapranno interpretare il significato più intimo dei brani inseriti nel programma e regalare intense emozioni. Non meno attesa la performance del Coro di Nulvi che eseguirà pezzi tratti da repertorio tradizionale, nulvese in particolare, “Ave Maristella” e “Bellos prodigiosos”.

Alla parrocchiale di Nulvi è legata la storia di un antico organo a canne del 1890, che dopo una lunga e travagliata operazione di restauro è stato definitivamente restituito ai nulvesi con un concerto inaugurale, l’anno scorso, dei maestri Ugo Spanu e Antonio Mura.

CoroNulvi
Coro di Nulvi

La Rassegna, organizzata dall’associazione culturale “Arte in Musica” con il coordinamento del maestro Ugo Spanu, è dedicata alle musiche sacre, barocche e profane e si colloca tra i maggiori appuntamenti di un genere molto particolare che conta un gran numero di appassionati.

Va rimarcato che il Festival del Mediterraneo 2017, prosegue con altri tre eventi, che saranno comunicati volta per volta. Un totale di venti appuntamenti da non perdere inseriti nel VI Master internazionale di perfezionamento per strumenti a fiato “Riviera del Corallo” (nel mese di agosto ad Alghero), nella IV edizione del Sardinia international music festival e nella IX edizione delle Conferenze-concerto “El senyal del Judici”.

Il programma è molto articolato e prevede eventi calendarizzati tra maggio e novembre, a Sassari, Alghero, Nulvi e Ozieri. Al di là dell’aspetto artistico e musicale, la manifestazione ha anche un importante risvolto turistico-culturale perché porta in Sardegna musicisti di fama internazionale.

In particolare, l’attività del Master di perfezionamento per strumenti a fiato, in programma nella scuola media di Fertilia, farà arrivare ad Alghero, fra qualche giorno, un centinaio di docenti di chiara fama con il coinvolgimento dei conservatori musicali, di Sassari, Cagliari, Milano, Alessandria e Como. Ma non solo, il Master infatti consentirà di assistere ai concerti in alcune tra le più suggestive location della città catalana: una per tutte, la bellissima piazza Civica. Un importante evento culturale, dunque, ma anche una straordinaria vetrina aperta sul flusso turistico internazionale.

Per settembre è in programma il Sardinia international music festival, alla quarta edizione, che sarà dedicato al perfezionamento vocale per ensemble corali con il contributo del maestro Maria Gabriella Mura, docente di pratica vocale per ensemble di voci bianche, che si occuperà dello studio del repertorio, il maestro Giulia Cabizza, docente di tecnica vocale e il maestro Ugo Spanu, vincitore di vari concorsi nazionali, che si occuperà della prassi esecutiva della musica vocale del Novecento.

A conclusione del master, saranno realizzati due concerti con esibizione delle ensemble formate durante il corso.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: