Candelieri 2019Evidenza

Nostra Signora della Mercede, domenica la festa a San Giuseppe

È una delle ricorrenze religiose più sentite dai sassaresi. Al mattino l’Arcigremio rinnoverà le cariche con l’Intregu. In serata la processione

Sassari. Oggi, sabato 5 ottobre, è la vigilia della festa di Nostra Signora della Mercede, una tra le ricorrenze religiose più sentite dalla popolazione di Sassari. Alle 18,30, nella chiesa di San Giuseppe, avranno luogo i Primi Vespri Solenni della Madonna con la partecipazione dell’Arcigremio della Mercede. A seguire la Santa Messa con omelia mariana a cura di don Alessandro Madeddu. Al termine della messa sarà possibile omaggiare il taumaturgo e venerato simulacro di Nostra Signora della Mercede, rivestito degli abiti della festa ed impreziosito di numerosi monili in oro, testimonianza di innumerevoli miracoli e grazie ricevute e segno della grande devozione della popolazione sassarese.

Domenica 6 ottobre, giorno della Festa, alle 11 la messa solenne presieduta da monsignor Antonio Tamponi, vicario generale dell’Arcidiocesi di Sassari, con accompagnamento del Coro Polifonico “Francesco d’Assisi” diretto dal maestro Ciro Cau. Durante la celebrazione avverrà il tradizionale rito dell’Intregu, il passaggio della bandiera, dall’obriere maggiore uscente, Gian Luca Lintas, al subentrante, Andrea Cubeddu. La sera, alle 17,45 la celebrazione dei Secondi Vespri della Madonna, ai quali seguirà la processione-fiaccolata con il simulacro di Nostra Signora della Mercede, accompagnato dal Corpo Bandistico “Luigi Canepa” e scortato dai Carabinieri in alta uniforme, dagli agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria e dai Vigili del Fuoco; parteciperanno il Gremio dei Viandanti, le Arciconfraternite dei Servi di Maria, della Santa Croce e del Gonfalone, dei Santissimi Misteri, la Fraternità Laicale Mercedaria di Alghero, le religiose dei vari Ordini, e i gruppi in costume di Sassari, Porto Torres, Sennori, Ossi, Usini e migliaia fedeli.

Già da diversi anni, a tutti coloro che interverranno tanto alla messa solenne delle 11, quanto alla grande processione delle 18, il Santo Padre Francesco, benignamente concede l’indulgenza plenaria alle solite condizioni: confessione, comunione, preghiera secondo le intenzioni del Papa. Al termine verrà impartita la benedizione con le reliquie dei santi mercedari.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: