EvidenzaSassari

Nicola Sanna: «Orgoglioso di avere amministrato Sassari»

Il sindaco ormai dimissionario di Sassari ricorda i contrasti con il Pd. «La mia figura è stata oggetto di “aggressioni”». L’intervista video

NicolaSanna26febbraio
Nicola Sanna

Sassari. «La mia figura è stata oggetto quasi di “aggressioni”. La mia è stata una vicenda politica abbastanza “inusuale”. In un primo momento non si è preso atto di un risultato delle primarie del 2014. Il ceto politico dominante riteneva che quel risultato non fosse corretto». E poi: «Ho dovuto faticare molto, conoscete la mia pazienza. Ci sono riuscito e sono orgoglioso di avere portato a compimento questa esperienza amministrativa, domando tutte quelle “belve” aggressive…». Nicola Sanna, sindaco ormai dimissionario di Sassari, ricorda alla stampa quanto i rapporti con il Pd, il suo partito, non siano stati particolarmente idilliaci, soprattutto in avvio di mandato. Adesso però l’avventura a Palazzo Ducale è finita. Le dimissioni, ha spiegato Nicola Sanna, sono irrevocabili. Tra venti giorni saranno confermate, ovvero, tecnicamente, non saranno ritirate e la nuova Giunta regionale potrà nominare un commissario che gestirà gli affari correnti fino alle elezioni, che dovrebbero svolgersi a fine maggio, in concomitanza con le elezioni europee. Con le dimissioni del sindaco cade anche la Giunta e si scioglie il Consiglio comunale.

«C’è un bullismo sociale che dobbiamo bloccare. Sono orgoglioso di essere stato sindaco di questa meravigliosa città», dice ancora Nicola Sanna alla stampa. Il rapporto con il Pd è però il tasto su cui il primo cittadino dimissionario insiste. «Anche all’indomani delle elezioni amministrative non c’è stato quel sostegno e quella disponibilità che doveva essere data. Ho iniziato con una giunta che ha dovuto fare i conti con l’indisponibilità a parteciparvi da parte di alcune correnti del Pd. E tutto questo si è trascinato per un anno e mezzo. Ho rinunciato persino a personalità elette nelle mie liste per garantire una pace politica».

Luca Foddai

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: