EvidenzaSassari

Natale è… Solidarietà

Quest’anno non ci sarà l’evento per San Silvestro. I 50 mila euro saranno convertiti in dieci buoni da 10 euro assegnati alle famiglie numerose

Sassari. Il 2020 si avvia (finalmente) alla conclusione e anche le prossime settimane, dedicate alle festività, saranno diverse dal consueto. Solo giovedì sera il presidente Conte ha presentato il nuovo dpcm del Governo, che regolerà quanto sarà consentito fare per Natale e Capodanno. Non ci saranno, per esempio, eventi in piazza per l’ultimo dell’anno e verrà mantenuto il divieto di uscire di casa senza giustificato motivo (lavoro o salute) dopo le 22 come già avviene da oltre un mese. Un Natale diverso che può però costituire anche l’occasione per riscoprirne e assaporarne il vero spirito. Così, il Comune di Sassari ha ridisegnato i suoi progetti sulle Festività, concentrandosi sulla solidarietà della comunità verso la comunità e su espressioni della festa che richiamino la magia che la contraddistingue. Da qui lo slogan scelto dall’Amministrazione, “Natale è… Solidarietà”. Una solidarietà che arriverà nelle case delle famiglie che ne hanno più bisogno in una scatolina con una stella cometa, simbolo di speranza, che indossa doverosamente una mascherina, segno del momento storico. Lo hanno voluto presentare e ribadire il sindaco Nanni Campus e l’assessora alla Cultura Rosanna Arru, che giovedì mattina a Palazzo Ducale hanno incontrato la stampa. Tutto si è svolto nel rispetto delle prescrizioni sanitarie anticontagio.

Per il 31 dicembre quindi non sarà previsto alcun concerto. «Il Capodanno in piazza da sempre è una festa di condivisione, durante la quale tutta la città si ritrova per vivere insieme un momento di gioia – ha spiegato il sindaco Nanni Campus –. Abbiamo dunque deciso di utilizzare i 50 mila euro che avevamo previsto per l’evento in un altro modo che facesse sentire la comunità unita, attraverso quel rapporto di comunanza che durante il Natale dovrebbe percepirsi ancora più forte, a maggior ragione in questo momento storico drammatico che stiamo vivendo e che insieme stiamo cercando di superare». Le risorse che erano state stanziate per la manifestazione in piazza saranno invece utilizzati per donare buoni spesa alle famiglie che in città ne hanno più bisogno. Si tratta di carnet del valore di 100 euro che saranno consegnati ai nuclei più numerosi (con almeno cinque componenti) e già presenti nell’elenco, vagliato dalla Guardia di Finanza, di chi ha avuto diritto ai buoni spesa della prima fase della pandemia. A questi si aggiungono le famiglie di quattro persone, anch’esse presenti nella graduatoria, che abbiano però almeno due minorenni. Grazie a questi criteri individuati per aiutare i nuclei più numerosi e quelli con più giovani che più degli adulti sentono la magia del Natale, saranno 549 le famiglie raggiunte dal dono che l’Amministrazione comunale ha deciso di stanziare. I beneficiari ritireranno i carnet nei punti indicati nel biglietto che riceveranno a casa.

I 10 buoni da 10 euro ciascuno potranno essere spesi, entro la data del 31 dicembre, per l’acquisto di alimentari, abbigliamento e calzature, giocattoli e libri. Le attività, presenti nel territorio comunale (i buoni quindi non potranno essere utilizzati per acquisti su Amazon), che desiderano aderire al progetto potranno farlo registrandosi (ma è già possibile lasciare i recapiti), a partire dal 9 dicembre sul sito web natalesolidarietasassari.buonidea.it creato per l’occasione dalla società King. Questa, come già fatto in occasione della distribuzione dei buoni spesa alimentari nella scorsa primavera, ha rinunciato al suo guadagno, in maniera tale che per chi compra e per chi vende il valore nominale dei buoni corrisponda a quello reale (un buono da 10 euro varrà 10 euro sia per chi acquista sia per chi vende). Un modo per sostenere un circolo virtuoso tra solidarietà ed economia locale. «I buoni potranno essere utilizzati per acquistare solo quelle tipologie di prodotti indicate e in esercizi commerciali esclusivamente nel nostro commune, non su internet. Non c’è nessuna percentuale che viene richiesta ai commercianti. Si tratta anche di una maniera di immettere liquidità. E un Natale in cui vogliamo dare un sostegno alle famiglie», ha ribadito il sindaco.

Raccolta fondi. Con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente questo senso di comunità e consentire a chiunque lo desideri di partecipare, l’Amministrazione ha riattivato la raccolta fondi per famiglie che si trovano nelle fasce economicamente e socialmente più deboli. È possibile fare una donazione nel conto corrente intestato a Comune di Sassari – Servizio di Tesoreria, codice Iban IT49B0101517203000070734427 con la causale “Emergenza coronavirus” o “Natale è Solidarietà”. L’indicazione esatta della causale è fondamentale perché le risorse possano esser utilizzate per il progetto. Con quanto raccolto, il Comune distribuirà nei primi mesi del 2021 altri voucher.

Le luci e i suoni del Natale nelle piazze. A ricreare, anche in periodo di pandemia, la magia del Natale nelle piazze e nelle strade della città, ci ha pensato il settore Cultura del Comune di Sassari. «L’Amministrazione ha deciso di riproporre, anche per il 2020, la luce, simbolo di rinascita e portatrice di speranza», ha spiegato l’assessora Rosanna Arru durante l’incontro con la stampa. «Da martedì 8 dicembre al 8 gennaio, visto il gradimento espresso lo scorso anno, potranno essere ammirate le installazioni luminose a tema natalizio nelle piazze e nei luoghi più rappresentativi della città».

Un itinerario di luci coinvolgerà le piazze del centro: dall’emiciclo Garibaldi, a piazza Fiume, da piazza d’Italia, a piazza Castello e piazza Azuni. Le suggestioni visive saranno accompagnate da un sottofondo musicale in piazza Fiume, piazza d’Italia, piazza Azuni. Saranno inoltre addobbati gli alberi in piazza Sant’Antonio, piazza Tola, piazza Cuore Immacolato, piazza Sacro Cuore. Una novità è costituita dalle proiezioni sulle facciate di alcune chiese cittadine (Madonna del Latte Dolce, Santa Maria, Cattedrale di San Nicola) che saranno illuminate con immagini di opere di particolare pregio artistico. Sempre dal 8 dicembre la borgata dell’Argentiera sarà illuminata in uno scenario suggestivo di luci, videoproiezioni, installazioni luminose e in realtà aumentata.

Inoltre l’Amministrazione comunale supporterà, anche economicamente, le iniziative natalizie proposte dai centri commerciali naturali, con modalità ancora in via di definizione.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: