AttualitàEvidenzaSassari

Nascondono le cicche sotto la sabbia, la Polizia locale di Sassari multa dieci persone

A Platamona sotterravano mozziconi di sigaretta. Già dal 2019 è vietato fumare in spiaggia, se non nelle zone specificamente indicate e individuate

Sassari. Tolleranza zero verso gli incivili. Con questo obiettivo prosegue l’attività della Polizia locale nei litorali sassaresi. Soltanto negli ultimi giorni il Comando ha sanzionato dieci persone, quasi tutti sassaresi, che nella spiaggia di Platamona sotterravano mozziconi di sigaretta. Gli agenti in borghese li hanno colti sul fatto e per loro è arrivata la sanzione.

A Sassari già dal 2019 è vietato fumare in spiaggia, se non nelle zone specificamente indicate e individuate. Questo sia per rispetto nei confronti dei vicini e sia per tutela dell’ambiente. I mozziconi, infatti, hanno un forte impatto inquinante perché contengono sostanze altamente tossiche, che si rilasciano lentamente creando gravissimi danni all’ecosistema che durano decenni.

Litorali sicuri 2022 – questo il nome della campagna della Polizia locale – è partita circa due settimane fa nelle spiagge sassaresi: Platamona, Fiume Santo, Porto Ferro, Argentiera, Porto Palmas e La Frana. Sedici agenti del Comando le pattugliano per garantire la sicurezza dei bagnanti. Il personale appositamente formato assicura la tutela dell’ambiente, il rispetto di quelle regole civili che consentono la fruizione in serenità della spiaggia e la tutela contro gli atti di microcriminalità che purtroppo spesso sono compiuti negli arenili. Agenti che accertano e puniscono condotte trasgressive, quali l’abbandono di mozziconi di sigarette, come in questi casi, e di piccoli rifiuti sulle spiagge, il contrasto di fenomeni come il furto di oggetti e altri illeciti.

Il servizio è potenziato nel fine settimana, quando al personale in divisa si aggiunge quello in borghese, in grado di osservare ciò che accade senza essere notati da eventuali incivili o delinquenti.

Particolare attenzione quest’anno sarà data al contrasto di un comportamento profondamente incivile e che ha anche risvolti penali: sarà lotta a chi usa gli stalli riservati alle persone con disabilità senza averne diritto e a chi usa i contrassegni di altre persone o peggio li falsifica. In quest’ultimo caso scatta la denuncia penale.

È garantito il rispetto dell’ordinanza balneare regionale e del nuovo regolamento di Polizia urbana. Particolare attenzione è data a scoraggiare e prevenire condotte illecite particolarmente gravi, quali il campeggio abusivo, la sosta indiscriminata dei veicoli sulle aree boschive e dunali, l’accensione dei fuochi per alimentare fornelli da campeggio, l’abbandono dei rifiuti. Tutti comportamenti che possono causare un grave pericolo sia per le persone, sia per l’ambiente, distruggendo irrimediabilmente fauna e flora, in certi casi anche in via di estinzione.

Inoltre, soono effettuati periodici sorvoli con i droni di cui dispone il Comando di Polizia locale con lo scopo di vigilare sulle aree meno accessibili dei litorali, ad esempio la pineta di Porto Ferro e Lago di Baratz.

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: