EvidenzaPolitica

Murru (M5s): «Usciamo da questa perenne campagna elettorale»

«Mentre navighiamo nel bel mezzo di una pandemia rattrista vedere come non esitiamo a tirare fuori magliette e sciarpe da ultras», rileva il facilitatore regionale pentastellato

Maurilio Murru

Sassari. «Così è tutto più difficile e complicato, sarebbe il caso di uscire da questa perenne campagna elettorale che non aiuta, mentre navighiamo nel bel mezzo di una pandemia». È questa la posizione del presidente del Consiglio comunale di Sassari e facilitatore regionale area esterni Sardegna del M5s Maurilio Murru. «A dispetto di una situazione di grande emergenza rattrista vedere come non esitiamo a tirare fuori magliette e sciarpe da ultras mostrandole e agitandole in segno di vittoria ad ogni presunto errore dell’avversario, ma è quello che serve in questo momento? In realtà non ci sono e non ci saranno né vincitori né vinti e purtroppo a nulla sembrano servire i costanti e ripetuti richiami all’unità di intenti. Siamo un paese di tifosi e così ci schieriamo contro questa o quell’altra parte politica, contro questo o quell’altro governo, come se avessimo da sempre vissuto e conosciuto fenomeni pandemici come quello attuale. Nel mentre i reparti degli ospedali esplodono di ricoveri, i pazienti sostano nei pronto soccorso, spesso vengono sistemati su letti di appoggio, con medici, infermieri e volontari che lottano quotidianamente per strappare alla morte tanti nostri cari».

«Ogni occasione invece – fa notare Murru – risulta essere buona per dare possibilmente una spallata all’avversario politico di turno, cercando di trarne un vantaggio elettorale nel prossimo futuro, possibilmente senza mai tirare fuori la ricetta o una benché minima soluzione alternativa, semplicemente perché quella soluzione non c’è. Mentre i problemi li conosciamo tutti perché li stiamo vivendo ed è inutile sentirceli ripetere, il confronto sulle proposte latita per non dire che è inesistente, venendo sostituito da discussioni spesso sterili, inutili e pretestuose. La salute non ha colori politici, il covid19 non è di destra, di sinistra o di centro, non colpisce in base all’appartenenza o meno a questo o a quel governo. Se qualche volta mettessimo l’interesse della collettività davanti all’apparire ad ogni costo forse staremo facendo finalmente un buon servizio, staremo finalmente onorando i sacrifici di quegli operatori che oggi più che mai avrebbero necessità di una classe politica matura, finalmente capace di ascoltare e possibilmente comprendere la tragicità e l’unicità di un momento che in questi termini e in queste dimensioni non ha precedenti nella storia recente, e che soprattutto non fa sconti a nessuno», conclude Maurilio Murru.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: