Sport

Muay thai stellare all’Explosion 20

Grande spettacolo alla palestra bunker di Sassari con Antonio Viglietti che, per il secondo anno consecutivo, conquista il trofeo “Nello Tarantini”

 

MuaythaitrofeoSassari. È stato un muay thai explosion davvero dirompente quello andato in scena ieri sera a Sassari, sul ring della palestra di via Poligono. Tredici incontri di alto livello che non hanno deluso le aspettative del numeroso pubblico presente sulle gradinate. Il trofeo “Nello Tarantini” al migliore atleta, per il secondo anno consecutivo, resta a Sassari: ad aggiudicarselo dopo un match stellare è stato Antonio Viglietti, il golden boy della Tarantini muay thai boxing.

Nel main event della serata, Antonio Viglietti ha vinto ai punti all’unanimità, con una top performance e la dimostrazione di forza senza sbavature. Il golden boy della Tarantini era assolutamente intenzionato a tenere a Sassari il trofeo conquistato lo scorso anno, e così è stato. Con i suoi potenti calci alti e medi ha tenuto a bada Nicola Chessa della Hua Ciai di Sestu e non si è mai fatto intimorire dai pugni e dai tentativi di lotta stretta. Il sestese è andato a terra più di una volta e sul finale è apparso provato da un match condotto da Viglietti che ha entusiasmato il pubblico di casa.

Quello del sassarese è stato il match che ha chiuso in bellezza la ventesima edizione di una manifestazione che, in Sardegna ma anche in Italia, è diventata un vero e proprio punto di riferimento per gli atleti dell’arte dei Re. Un’occasione per una vetrina che in molti, neanche i nak su d’oltralpe si lasciano sfuggire.

E proprio l’incontro della francese Amelie Bongibault, sul ring contro la beniamina di casa, la diciassettenne Michela Demontis, ha aperto la serie dei match professionistici. La rivelazione della Tarantini muay thai boxing ha condotto in maniera impeccabile la gara già dal primo round e si è aggiudicata ai punti tutte e tre le riprese. Per la sassarese un risultato di prestigio al primo incontro internazionale. Ha iniziato controllando la campionessa francese che, in più di una occasione, si è dovuta piegare ai colpi della sassarese. Michela Demontis quindi ha condotto un secondo round da manuale e una terza ripresa strepitosa, caratterizzata da un finale che ha fatto scintille e durante il quale la giovanissima è andata a segno a più riprese, al volto e ai fianchi e, con una serie efficace di ginocchiate, ha sfiancato la francese. Il 12 agosto Michela Demontis sarà in Thailandia sul ring di Bangkok in occasione del Queen’s birthday.

Sono bastati meno di due minuti della prima ripresa a Giovanni Mulas, allenato da Angelo Tarantini, per avere ragione di Roberto Benossa del Team Alex e vincere per Ko. Il match è iniziato fortissimo con Mulas che ha cercato di sfruttare da subito la sua altezza. L’atleta di casa ha iniziato a far sentire la potenza dei suoi calci medi al cagliaritano che ha tentato di ridurre le distanze con una serie di pugilato. Giovanni Mulas dopo un prima ginocchiata ha costretto l’avversario all’angolo e ha colpito con un calcio medio alla figura. Il cagliaritano ha accusato il colpo alle costole e ha alzato bandiera bianca.

A portare a casa un altro successo è stato Samuele Cuccuru che ai punti ha battuto Gian Mario Pisano della Chock dee fighters. Il sassarese della Tarantini muay thai boxing non si è fatto intimorire da un avversario blasonato, con un titolo mondiale sulle spalle. Ha trovato più volte una serie di varchi e con gomitate ha provocato due ferite alla fronte dell’avversario. Il guerriero di casa ha rispettato in pieno il game plan programmato e studiato in allenamento e ha conquistato un risultato importantissimo.

Gli altri incontri professionistici. Tra i professionisti la veneta Angelica Siracusa del Muay thai clan si impone su Martina Corriga della Cerbero fighters.

Spettacolo anche nell’unico incontro di Mma che ha visto Mirco Marogna della Bad boys vincere al primo round in soli 3 minuti e 50 secondi su Vincenzo Muzzu della Nur Valetudo.

I match dilettantistici. Ad aprire gli incontri sono stati Giovanni Fogaritzu del Team Spartan che ha dovuto arrendersi a Matteo Casu del Team Neri. Vittoria anche per Sergio Pisano (Mtc) su Marco Vacca della Hua ciai muay thai. Porta a casa la vittoria anche Assia El Khabir del Sardinia Top team che nel match di K1 ha battuto Mariella Ozzana dello Spartan Team. Successo anche per Gaetano Murgo (Hua ciai) su Francesco Secci (Team Neri) e per Danilo Mocci (Team Pilloni) su Fabrizio Angei (Mtc). Vincono poi Luca Porru (Smta) su Alberto Vacca (Mamts Gym), Sergio Piras (Team Neri) su Emanuele Mereu (Hua ciai muay thai) e Davide Farci (Smta) su Valerio Acquini (Chock dee fighters).

L’evento è stato organizzato da Angelo Tarantini e Vincenzo Casu, sotto l’egida della Kombat league.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: