EvidenzaSport

Mossa a sorpresa della Dinamo che richiama Filip Kruslin

Cavina per ora resta in sella, Mekowulu e Battle rischiano e resta da sciogliere il nodo play

Filip Kruslin (https://www.dinamobasket.com/it/dinamo-tv/il-rinforzo-sul-perimetro-e-kruslin)

L’arrivo di Kruslin potrebbe essere il presagio di una mini rivoluzione. Si pensava all’arrivo di un playmaker o addirittura all’esonero di coach Cavina e invece dal cilindro è arrivata una mossa a sorpresa che ha tutta l’aria di fare da apripista ad altri movimenti. La Dinamo Banco di Sardegna ha annunciato questa mattina l’ingaggio di Filip Kruslin, la guardia ala croata già a Sassari lo scorso anno agli ordini del Poz. Esperto, dalla caratteristiche ben precise, Krule è il classico giocatore da sistema, poco fantasioso ma diligente ed efficace, sulla carta adatto alle esigenze di un allenatore rigido e integralista come Cavina. Lo scorso anno ha chiuso la stagione regolare LBA con una media di 9.1 punti, 2.0 rimbalzi e 1.5 assist e in Basketball Champions League 10.8 punti, 2.3 rimbalzi e 1.5 assist di media in 11 gare disputate. Ma è nei playoff che si è rivelato un giocatore decisivo e di grande personalità: nella serie finita in Gara 5 contro la Reyer Venezia ha sollevato i suoi numeri scrivendo 10.8 punti. Proprio nell’ultima sfida del Taliercio il numero 6 ha messo a referto 15 punti con 4/4 dall’arco.

Kruslin però non è un play ma una guardia ala appunto. Allora ecco che la strategia di Pasquini e della Dinamo, evidentemente prevede anche degli altri movimenti all’interno del roster a meno che il ruolo non venga affidato in comproprietà a Gentile e Logan. Una possibilità certo, ma onestamente poco probabile perchè nessuno dei due è un play puro e il problema sulla carta non si risolverebbe. Più verosimile potrebbe essere ora l’ingaggio di un regista italiano e i ragionamenti portano agli unici due che al momento sembrerebbero teoricamente disponibili, ovvero Vitali e Ruzzier. Il primo è sotto contratto con Brescia ma è fuori rosa, mentre il secondo fa panchina nella Virtus Bologna. Come caratteristiche sarebbe preferibile proprio l’ex Venezia, se non altro per una maggiore attitudine difensiva rispetto a Luca Vitali. Ma i movimenti potrebbero non esaurirsi qui, perché con l’arrivo di Kruslin anche Battle, seppur un giocatore dalle caratteristiche molto diverse, potrebbe diventare di troppo. I bene informati dicono inoltre che il procuratore di Mekowulu, stia proponendo a destra e sinistra il suo assistito e questo, se fosse vero, sarebbe un segnale abbastanza chiaro. Il giocatore potrebbe aver sollecitato il suo procuratore o potrebbe essere stata la stessa Dinamo ad invitarlo a cercare un’altra sistemazione. Tutte ipotesi sia chiaro, ma niente di inverosimile.

Aldo Gallizzi

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: