EvidenzaSassari

Metrotranvia di Sassari, la proposta di Italia Nostra

Occorre seguire un’alternativa più economica, efficace e funzionale, come quella elaborata dal Comitato e che prevede il solo riordino della Ex 131

Sassari. Nei giorni scorsi la Giunta Regionale di Italia Nostra, con la presenza del delegato per il Turismo Sostenibile, ha avuto un primo incontro – svoltosi nei locali della Confcommercio di Sassari, che appoggia l’iniziativa – con il Comitato Metrotranvia di Sassari per conoscere argomentazioni e variabili di progetto al previsto intervento da parte dell’Arst di realizzare una nuova linea ferrotranviaria che tra le altre cose prevede di edificare ben tre cavalcavia altamente impattanti nella porzione di territorio urbano tra i quartieri di Sant’Orsola Nord e di Li Punti, oltre alla realizzazione di quasi cinque chilometri di nuovi binari, pur essendo la città già dotata di una buona infrastruttura ferroviaria a doppio binario, quasi del tutto utilizzabile per una rete tranviaria efficiente e funzionale.
Considerato che da sempre la politica di Italia Nostra a livello nazionale è stata quella di propendere per scelte urbanistiche meno impattanti possibili con l’ambiente e la condizione naturale dei luoghi, e altresì promuovere la mobilità meno inquinante quale quella su rotaia a trazione elettrica, la Giunta Regionale di Italia Nostra ha seguito con interesse l’illustrazione delle proposte progettuali avanzate dal Comitato in alternativa a quanto pianificato dall’Ente pubblico. La proposta avanzata dal Comitato è essenzialmente basata sull’utilizzo di porzioni di tratti di rotaia già esistenti e per il posizionamento di nuove tratte evitando la realizzazione di macrostrutture in cemento sopraelevate seguendo un tracciato che rimane a livello di suolo e che prevede il riordino urbanistico di fatto della sola attuale arteria viaria denominata Ex SS131 e via Domenico Millelire presso il quartiere di Li Punti.

Quanto illustrato dai membri del Comitato, l’ingegner Giuseppe Fiori, Rosario Musmeci e Lucio Nali, ha trovato l’interesse dell’associazione anche perché abbastanza in sintonia con la politica sulla sostenibilità della mobilità cittadina.

La Giunta Regionale sarda dell’Associazione concorda quindi con il Comitato Metrotranvia di Sassari sulla opposizione alla proposta di trasporto pubblico avanzata dall’Arst e presente nel Puc di Sassari, eccessivamente impattante e dispendiosa, e ritiene utile avanzare una proposta alternativa più economica, efficace e funzionale, perché si possa impiegare al meglio il finanziamento pubblico.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: