Sassari

Marketing turistico per Sassari, al vaglio diverse soluzioni

La tassa di soggiorno è solo una delle ipotesi. L’Amministrazione comunale spiega che alla riunione di ieri è stato proposto anche un partenariato pubblico-privato, oltre al diretto coinvolgimento degli operatori economici

 

MonicaSpaneddaNicolaSanna.jpg
L’assessora al Turismo Monica Spanedda ed il sindaco Nicola Sanna

Sassari. «È un momento di confronto con gli operatori del settore per condividere con loro e con la città le esigenze di promozione e marketing turistico della nostra città. Come Amministrazione abbiamo escluso di intervenire con una tassazione sui nostri cittadini quindi abbiamo ipotizzato l’adozione di una leva finanziaria, come la tassa di soggiorno. Questo in attesa di altre proposte da parte degli attori principali del settore, proposte che sono state presentate nell’ultima riunione del tavolo che si è svolto a Palazzo Ducale ieri sera». A dirlo è l’Aministrazione comunale di Sassari che con il sindaco Nicola Sanna e gli assessori Monica Spandedda, Amalia Cherchi e Alessio Marras stanno portando avanti una serie di incontri con gli operatori economici e in particolare, quelli del mondo della ricezione turistica. Le riunioni hanno visto partecipare la Confcommercio di Sassari con il presidente Carlo Colombino e Gianluigi Tolu, quindi Federalberghi-Confcommercio di Sassari con il presidente Stefano Visconti, il coordinatore del settore ricettivo extra alberghiero di Confcommercio Gianluca Murgia, oltre ai dirigenti di Federalberghi Sassari Gianni Russo, Fulvio Marini e Salvatore Coinu e per Confartigianato Sassari Luciano Murgia.

«Il nostro obiettivo – riprendono sindaco e assessori – è sempre stato quello di condividere con loro le esigenze di comunicazione e promozione della nostra città, attraverso azioni di marketing che riposizionino Sassari su uno scenario turistico di livello. Però un piano di promozione che abbia tale ambizione, per essere portato avanti in maniera efficacia, necessita di risorse adeguate. Il contributo da parte di coloro che soggiornano a Sassari era solo una ipotesi da valutareper trovare le risorse utili a promuovere la città».

«Nel corso della prima riunione fra i rappresentanti di categoria – proseguono – era emersa la volontà di prospettare soluzioni alternative, da sottoporre all’attenzione dell’amministrazione in occasione dell’incontro previsto di aggiornamento. Ieri è stato presentato un piano complessivo per il rilancio della nostra città che prevede diverse azioni articolate che dovranno essere ulteriormente analizzate. Vi sono contenute, anche, alcune proposte di partenariato pubblico-privato come modello di intervento congiunto per l’individuazione di soluzioni condivise. È stata prospettata, inoltre, una interessante alternativa all’imposta che prevede il diretto coinvolgimento degli operatori economici. Si tratta di una strada complessa ma meritevole della massima attenzione, perciò abbiamo chiuso la riunione riservandoci ulteriori approfondimenti», concludono gli amministratori.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: