EvidenzaSassari

L’Università di Sassari lancia tre nuovi corsi di laurea

Gestione dei flussi migratori, Innovation Management for sustainable tourism e Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia. Presentata l’offerta formativa

UnissRettorato

Sassari. Tre nuovi corsi di laurea. Nell’anno accademico 2020-21 l’Università di Sassari lancia i corsi magistrali in “Gestione dei flussi migratori” e “Innovation Management for sustainable tourism” nonché il corso triennale in “Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia”, abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica. Non solo. Aumentano anche i corsi internazionali che diventano 8 (erano 6 l’anno scorso), di cui tre interamente in lingua inglese: Wildlife management, conservation and control oltre ai due citati corsi di laurea magistrale di nuova istituzione. Le attività didattiche si svolgono nelle sedi dell’ateneo a Sassari, Alghero, Olbia, Nuoro e Oristano. Le lezioni saranno nuovamente in presenza nelle aule, con riaperture degli spazi in totale sicurezza, nel rispetto delle distanze minime e con accorgimenti utili a evitare gli assembramenti. Nel contempo, sarà garantita la fruizione anche da remoto delle attività didattiche.

PresentazioneOffertaFormativaNuovi corsi quindi, per il quinto anno consecutivo. Diventano così complessivamente 60 i corsi di studio: 31 lauree triennali, 23 magistrali e 6 magistrali a ciclo unico; 36 ad accesso libero e 24 ad accesso programmato (15 locali e 9 nazionali).

L’Offerta formativa per l’anno accademico 2020-2021 è stata presentata martedì mattina nell’Aula Magna del palazzo del Rettorato in piazza Università dal rettore Massimo Carpinelli, dalla delegata alla Didattica e all’Orientamento Rossella Filigheddu e dal direttore della Scuola Superiore di Sardegna Massimo Dell’Utri.

Le iscrizioni per i corsi ad accesso libero e anni successivi al primo, immatricolazioni e iscrizioni saranno aperte dal 1° agosto al 18 ottobre. L’elenco dei corsi disponibili è on line sul sito dell’Ateneo all’indirizzo https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa

Corsi a numero programmato nazionale
Per i corsi ad accesso programmato nazionale, valgono scadenze diverse: entro le ore 15.00 del 23 luglio su www.universitaly.it per Medicina (142 posti) e Odontoiatria (30 posti), con test nazionale il 3 settembre; anche per Veterinaria (46 posti) la scadenza è il 23 luglio alle 15.00 su www.universitaly.it, mentre il test in tutta Italia si svolgerà il 1° settembre; per Scienze dell’Architettura e del progetto (70 posti tra Architettura e Design) la scadenza è il 2 settembre alle 14.00 sul sito www.cisiaonline.it, con test nazionale l’8 settembre; le iscrizioni alle Professioni sanitarie, dal sito di Uniss, scadono invece il 27 agosto alle 12.00 e il test nazionale si terrà l’8 settembre. Questi i posti disponibili: Infermieristica 200, Ostetricia 18, “Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia” 33, Tecniche di laboratorio biomedico 35. I bandi per i corsi a numero programmato sono programmati su https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa/prove-di-accesso-ai-corsi-di-studio/corsi-numero-programmato/corsi-numero-programmato-nazionale-20202021 . Su questa pagina presto sarà disponibile anche il bando per l’accesso al corso di laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche (il test sarà nel mese di ottobre).
Grazie a una convenzione tra l’ateneo di Sassari e la piattaforma online WAU, i candidati potranno esercitarsi online con simulazioni dei test a numero programmato già a partire dalla fine di luglio. Tutte le informazioni saranno pubblicate su www.uniss.it.

Corsi a numero programmato locale
Sono in fase di pubblicazione i bandi per i corsi a numero programmato locale, quasi tutti già disponibili in questa pagina: https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa/prove-di-accesso-ai-corsi-di-studio/corsi-numero-programmato/corsi-numero-programmato-locale/corsi-numero-programmato-locale . Le diverse scadenze sono indicate nei singoli bandi.

I nuovi corsi
Corso di laurea in Tecniche di Radiologia medica per immagini e radioterapia -Facoltà di Medicina e Chirurgia
Il Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia è abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia. Ha lo scopo di formare operatori sanitari autorizzati ad espletare indagini e prestazioni radiologiche e tutti gli interventi che richiedono l’uso di sorgenti di radiazioni ionizzanti, sia artificiali che naturali, di energie termiche, ultrasoniche, di risonanza magnetica nucleare. Il Corso dura tre anni per 180 Crediti formativi universitari complessivi. La prova finale ha valore di Esame di Stato, abilitante all’esercizio professionale. Il titolo di studio consente l’accesso a Corsi di Laurea Magistrale della Classe delle Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche, a Master di primo livello e a Corsi di Perfezionamento. I laureati in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia possono trovare occupazione come dipendenti e o libero professionisti, in strutture sanitarie pubbliche o private. I posti disponibili sono 40 (il bando: https://www.uniss.it/sites/default/files/bando/bando_cdl_professioni_sanitarie_-_a.a._2020-2021_._f.to_.pdf )

Corso di laurea magistrale in Innovation management for sustainable tourism – Dipartimento di Scienze economiche e aziendali
Il corso di laurea magistrale, unico in Sardegna per i suoi contenuti, in Innovation management for sustainable tourism è un corso a vocazione internazionale interamente in lingua inglese che intende formare figure professionali in grado di svolgere funzioni manageriali nell’ambito di organismi pubblici e privati operanti nel settore del turismo, con una visione orientata all’innovazione e alla sostenibilità economica, sociale e ambientale ed un focus particolare sull’interpretazione dei trend di mercato e sulla misurazione del benessere equo e sostenibile.
Il percorso formativo mira a trasferire le competenze specialistiche necessarie affinché il laureato possa affermarsi nel mercato del lavoro regionale, nazionale e internazionale per progettare, organizzare e gestire sistemi di offerta turistica completi e sostenibili. Tra le competenze distintive che il laureato acquisisce si segnalano quelle necessarie per pianificare e implementare strategie digitali e di innovazione utili per sostenere la competitività di una destinazione turistica e per orientare l’azione di contesti organizzativi pubblici o privati anche con l’uso delle tecnologie 4.0 (wearable technologies, cloud computing, big data, open data, machine learning, etc.)
Sono in corso di definizione accordi con università straniere in modo che gli studenti interessati possano trascorrere il secondo anno di studi all’estero. L’accesso è libero (previa verifica dei requisiti minimi iniziali).

Corso di laurea magistrale in Gestione dei flussi migratori – Dipartimento di Giurisprudenza
I fattori che costituiscono le maggiori leve della migrazione comprendono i cambiamenti climatici, le catastrofi naturali e quelle provocate dall’uomo, i conflitti, le dinamiche demografiche, per cui nei Paesi più industrializzati la popolazione attraversa una fase di progressivo invecchiamento, mentre nei Paesi in via di sviluppo una popolazione giovanile senza lavoro sia in una fase di espansione esponenziale; contemporaneamente si accresce il divario delle disparità sociali ed economiche Nord-Sud.” (Fonte: IOM – Migrazione ONU).
Il Corso di laurea magistrale internazionale in “Gestione dei flussi migratori” ha l’obiettivo di offrire delle chiavi di lettura a queste tematiche, focalizzandosi sulle opportunità e sulle sfide offerte alle organizzazioni pubbliche e private dalle moderne migrazioni e affrontando lo studio sistematico della migrazione e di tutte le sue conseguenze (sociali, politiche, culturali, economiche, di sicurezza).
Il programma integra le competenze di docenti dell’Università degli Studi di Sassari (UNISS) e della Mother Teresa University (MTU) di Skopje (Repubblica della Macedonia del Nord) e offre quindi una prospettiva interculturale innovativa e preziosa per lo studio della migrazione.
Il corso di laurea interateneo si propone di formare esperti capaci di esercitare funzioni operative, di coordinamento, direzione, formazione e controllo in ambito domestico e internazionale, nell’ambito della analisi e gestione dei fenomeni migratori, capaci di gestire e pianificare politiche di integrazione ed accoglienza. Almeno un semestre di mobilità internazionale è previsto nell’ambito del programma Erasmus+.
Dopo aver completato il percorso biennale, gli studenti riceveranno un doppio titolo (Master / Laurea magistrale) dalle due università, che sarà reciprocamente riconosciuto in Italia e nella Repubblica della Macedonia del Nord. L’accesso è riservato a 50 studenti con conoscenza della lingua inglese non inferiore al livello B2.

Corsi internazionali. Sono 8 i corsi di laurea internazionali, tutti magistrali: Economia (con l’Università di Bordeaux), Scienze chimiche (assieme all’università di Wroclaw), Architettura (con Lisbona e Alcalà de Henares) e Pianificazione, politiche per la città, l’ambiente e il paesaggio (con Barcellona, Girona e Lisbona), il corso in Wildlife Management offerto totalmente in lingua inglese, Scienze delle produzioni zootecniche e i due di nuova istituzione “Gestione dei flussi migratori” e “Innovation Management for sustainable tourism” (con la Mother Teresa University di Skopje).

Interventi a favore degli studenti per 7milioni di euro. In risposta all’emergenza sanitaria, che rischia di amplificare le ripercussioni negative del digital divide sulla didattica a distanza, il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Sassari ha stanziato 7 milioni di euro di fondi ministeriali per consentire agli studenti e alle studentesse di Uniss di richiedere attrezzature informatiche, strumenti di connettività e materiale bibliografico. (fornitura in comodato d’uso di); strumenti di connettività (fornitura di sim o usb prepagate con GB di traffico internet); materiale bibliografico: fornitura di libri o e-book inerenti materie del proprio piano di studi. Quini, tutti gli iscritti, indipendentemente dal reddito, e per un valore massimo di 500 euro, riceveranno in comodato d’uso personal computer, tablet o notebook, schede sim o chiavette usb con traffico internet prepagato, libri o e-book coerenti con il proprio piano di studio.
Ma non finisce qui: il Cda dell’Università di Sassari ha deciso l’esonero totale dal pagamento delle tasse fino per chi ha un ISEE fino 20mila euro, l’esonero parziale fino a 30mila euro di ISEE e la previsione di ulteriori esoneri totali e parziali per particolari tipologie di studenti, come ad esempio gli Studenti con Esigenze Speciali (studenti con disabilità, DSA, vittime di bullismo, studentesse in maternità), studenti meritevoli (voto di maturità e voto di laurea), studenti internazionali e così via.

Foundation Course. Anche quest’anno l’Università di Sassari ha attivato il Foundation course per aspiranti studenti internazionali che necessitino di integrare le conoscenze e colmare le lacune derivanti dal diverso percorso formativo seguito nel proprio Paese, prima di esser pronti a iscriversi in uno dei corsi dell’ateneo turritano (https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa/foundation-course).

Dottorati. Sono ancora aperti fino al 3 agosto i termini per partecipare al bando di ammissione alla Scuola di dottorato del XXXVI ciclo. I corsi di dottorato sono 10: Archeologia, Storia, Scienze dell’uomo; architettura e ambiente; Culture, letterature, turismo e territorio; Scienze agrarie; Scienze biomediche; Scienze della vita e biotecnologie; Scienze e tecnologie chimiche; Scienze giuridiche; Scienze veterinarie; Scienze economiche e aziendali (informazioni: https://www.uniss.it/didattica/offerta-formativa/formazione-post-laurea/dottorati-di-ricerca).

La Scuola Superiore di Sardegna
È entrato nel vivo il percorso formativo di eccellenza a cui hanno avuto accesso i 29 studenti (15 ragazzi e 14 ragazze) selezionati lo scorso anno per la Scuola superiore di Sardegna, istituita nell’anno accademico 2019/2020 su iniziativa del Rettore. Recentemente è stato nominato come nuovo direttore il professor Massimo Dell’Utri, e sono in corso i primi cinque webinar sul tema della corrente pandemia, tenuti da illustri studiosi specialisti di diverse aree del sapere.
 (informazioni: https://www.uniss.it/scuola-superiore-di-sardegna).

Innovazione
L’Università di Sassari ha avviato un ampio processo di innovazione che passa attraverso una gestione al passo con i tempi del personale docente, tecnico-amministrativo e bibliotecario.
Presto sarà completata una banca dati che consentirà di avere un quadro completo e sempre aggiornabile dei titoli di studio e delle esperienze professionali dei dipendenti, al fine di garantire una maggiore attenzione alle competenze personali e professionali e avere, al contempo, uno strumento di supporto utile a individuare percorsi di sviluppo delle risorse umane. Parallelamente, l’iniziativa consentirà di continuare a perseguire la dematerializzazione dei processi e il miglioramento generale dell’azione amministrativa.

Numeri: aumento costante delle immatricolazioni e delle iscrizioni
Per il secondo anno di fila, si conferma il superamento della soglia delle 4mila matricole: sono 4111, con un incremento dell’1,3% (immatricolazioni degli anni accademici precedenti: 4060 nel 2018/2019; 3879 nel 2017/2018; 3577 nel 2016/2017; 3122 nel 2015/2016).
Per quel che riguarda gli iscritti, sono confermate le iscrizioni dell’anno accademico precedente, che si avvicinano a 13700 studenti (si ricorda che nel 2015/201616 erano 12765)

Mobilità internazionale
Normalmente, l’Università di Sassari invia in mobilità tra i 900 e 1000 studenti l’anno nell’ambito dei Programmi Erasmus e Ulisse (per l’Ulisso sono 130-140 Ulisse) , e ne riceve a Sassari mediamente tra i 350-400.
L’importo delle borse è molto elevato rispetto a quelle offerte da altri atenei, pari a 700 euro mensili per le mobilità Erasmus a fini di traineeship, e tra 600 e 800 euro mensili per le mobilità Erasmus a fini di studio. Finanziamenti fino a 3.000 € le mobilità Ulisse extra UE).
Sono state adottate una serie di misure per migliorare le mobilità sotto il profilo qualitativo e quantitativo: https://www.uniss.it/buone-pratiche

Orientamento
Una squadra formata da 10 tutor è disponibile per fornire consigli personalizzati sul percorso universitario previo appuntamento (https://www.uniss.it/didattica/didattica-distanza-servizi-agli-studenti-telelavoro/i-nostri-corsi/orientamento-online).

Campagna di comunicazione #insiemeconnessi
La campagna di comunicazione di quest’anno è imperniata sullo slogan “insieme connessi”, nato nel momento in cui l’Ateneo ha dovuto, a tempo di record, adottare tutte le disposizioni necessarie per attivare la didattica a distanza, compresi gli esami di profitto e di laurea.
Si ringrazia l’Accademia di Belle Arti per la realizzazione dello spot (https://www.youtube.com/watch?v=UBzkstD0Xww).

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: